domenica 6 gennaio 2008

DUBBI SULLE SEMINE

MA QUANDO SI SEMINA?

Ma con queste benedette semine :) come ci si raccapezza?? Una volta ero convinta che bastasse seguire le istruzioni delle bustine dei semi per sapere quando seminare, ma ho scoperto grazie ad Angelo che non è così. Come potrei fare per capire quando seminare cosa? Esistono dei calendari stilati in base alle regioni di appartenenza? Help :S
Francisca Robertiña Gomes

Benvenuta Francisca, non sono a conoscenza di calendari regionali, magari qualcuno è più informato di me e potrà aiutarci! Penso però che, come sempre, è indispensabile l'aiuto di un contadino "locale", il più possibile vicino al proprio paese. Allargare l'ambito a limiti regionali non serve a molto, pensa che tra dove vivo io e, ad esempio, Polignano a Mare il calendario delle semine cambia, a distanza di 50 chilometri circa!
Sarebbe molto utile ed interessante se tutti gli Amici si impegnassero in un calendario delle semine nella propria zona di residenza, si potrebbe aprire un post dedicato.
Cosa ne pensate?
Angelo
 
Io sono di Bari, ma non conosco purtroppo nessun contadino che coltivi qui vicino. L'idea del calendario delle semine nella propria zona di residenza mi sembra un'idea arcifantastica :)
Francisca Robertiña Gomes  

La semina ed il trapianto variano da zona a zona, a seconda del clima, delle esigenze proprie del coltivatore e delle modalità di coltivazione.
Le date riportate sulle bustine dei semi sono condizionate dal luogo in cui la sementiera ha coltivato le piante per ricavarne semi, dalle modalità con le quali le ha coltivate ed in quali condizioni.... Sicuramente le avrà irrigate e concimate molto e probabilmente le avrà fatte nascere sotto serra (per assicurarsi la produzione.
Date riportate da sementiere del nord non avranno molta rispondenza con semine da effettuarsi al sud, o magari andranno bene per località del sud, ma che stanno in montagna.
Più o meno però, ogni pianta germoglia a certe temperature e produce meglio in determinate condizioni climatiche.
Una cosa importante da fare è sperimentare, dopo aver compreso al meglio le proprie esigenze coltivative e le condizioni del proprio territorio.
Quest'anno ho fatto un calendario (di semine estive) dove ho riportato il giorno di semina, quando sono spuntate le prime piante e la data in cui erano già pronte per il trapianto che però non ho effettuato subito per problemi organizzativi.
Dopo l'esperienza di quest'anno varierò alcune date, soprattutto anticiperò la semina di peperoni e melanzane.
Verificato che al ritorno del freddo intenso ad aprile/maggio le piante dei vicini non hanno subìto alcun danno, ed anche quelle di amici che avevano già piantato attorno Roma in zone molto più fredde, ho tirato le somme e ho deciso di anticipare il calendario.
Questo soprattutto perché una mia necessità è quella di far crescere il più possibile le piante prima che arrivi il caldo, quando avrò minor possibilità di annaffiare.
La semina l'avevo effettuata all'aperto e non in casa, quindi le piante erano già abituate.
... ma di questo si può parlare all'infinito... forse è meglio provvedere a fare un post appostito... dopo aver sperimentato un po'.
arvalia

Bella l'idea del calendario delle semine, e perché no, anche dei trapianti; chi si offre per lanciare il primo post?
Per stare nel semplice noi qui in montagna guardiamo il calendario gregoriano, i due movimenti della luna (ascendente e discendente - crescente e calante), i Santi, il tempo meteoreologico (la luna puoi guardare ma nel fango non seminare), la natura circostante (i legumi li seminiamo quando il frassino mette le foglie), il mal di schiena (se è forte incide parecchio), qualcos'altro che al momento non ricordo, poi frulliamo il tutto, ne ricaviamo una sintesi alla quale aggiungiamo un po' di azzardo, quindi se nel frattempo non si è fatta notte seminiamo o trapiantiamo, e a crescita avvenuta ogni volta ci capita di dire: mi sa che qui abbiamo sbagliato qualcosa (quest'anno le coste ci sono montate velocemente e massicciamente a seme).
 Giusto per dire che le variabili sono tante, e che ognuno ha da coltivare e crescere nel suo credo, commisurandolo alla propria realtà (credere in quel che si fa è una buona partenza).
Anche confrontarsi e condividere sicuramente aiuta, ed è quello che qui cerchiamo di fare, senza pretendere di avere in tasca verità assolute.
Francisca, benvenuta tra di noi.
Orto delle Piane

Aspettando con ansia i post sul calendario delle semine locali :) chiedo nel frattempo: posso seminare in questo periodo lattuga signorinella e a costa rosa e valerianella? Ho avuto questi semi da Angelo ma non so se posso già usarli hihihi Il mio orticello sta a Beeeeri (Bari). Grazie!!!
Francisca Robertiña Gomes

Nei "meandri del blog" ho trovato questo bel post di Giam che racconta tante cose sulla semina, comprese le epoche e le temperature ottimali di germinazione, vale la pena ripassarlo!
http://amicidellortodue.blogspot.it/2008/04/seminaresemiserendipita.html
Orto delle Piane

Io sono di Milano per cui la zona non c'entra nulla, però il periodo di semina non è così fisso e prestabilito.
Io per esempio anticipo molto i peperoni e le melanzane, poi anche i pomodori, altrimenti non arrivano a produrre niente. Li semino in casa, quando c'è sole durante il giorno li porto in serra poi li ritiro.
Invece i legumi li pianto tardi, altrimenti si riempiono di parassiti e con il troppo caldo producono poco o niente.
Poi c'è da sperare che non ci siano troppi sbalzi termici.
Claudia   

Claudia, ma di che zona sei di Milano?
 Anche noi siamo a Sesto San Giovanni periferia nord di Milano!...ci possiamo trovare!
A tutti una domanda:
Ma la luna influisce realmente o no, secondo voi?
Per me no,  ma vorrei togliermi dei dubbi rimasti o forse farmene sorgere di nuovi.
Ortobello Road
  
 ... potrei fartene sorgere di nuovi, tanti, togliertene nessuno ...
Orto delle Piane

Giovanni, ben vengano nuovi bubbi, era la seconda opzione non in ordine di valore!
In questo momento sono propensa a pensare che non influisca, è da questa primavera che semino e risemino in tutte le lune e se deve andar male va male!...quest'anno è così!
Ortobello Road 

Vivo là dove la notte è buio, e la luna non mi passa inosservata, adesso la vedo piena, e posso camminar pei prati senza pila, ché vedo come fosse giorno.
Così penso ai vegetali che dormono all'aperto, come la stanno a rimirar oltre che me, e a godersi quel supplemento di rispecchiata luce solare.
E penso alle maree, enormi quantità d'acqua spostate dalla luna, e i nostri vegetali cosa sono infin oltre che acqua che sale e che scende ?
E penso ai rami tagliati, come buttan più linfa quando la luna sale, cosa che giova quando voglio innestare.
Così non posso pensar vita che è acqua indifferente alla luna e alla sua magia, solo perché nol so spiegare.
 Orto delle Piane
   
Quello che è certo che la luna su di te influisce molto...molto poetico quello che scrivi. Sei in fase "peace&love"? quanto dura questa fase, come le fasi lunari o ti basta vedere una cavolaia per terminare bruscamente. Scusa se scherzo un po...sei fantastico e pieno di risorse sorprendenti!
Ortobello Road

... e questo è il meno, dovresti vedere come mi crescono i canini e il pelo sulla schiena ...
Orto delle Piane
   
Io ho provato a seminare in luna calante e luna crescente ... alla fine ho stabilito di fare un po' come Paolo, che dice di seminare a San Quandoposso.
http://amicidellortodue.blogspot.it/2011/06/coltivazione-biologica-3.html
Sicuramente la luna influisce sulla crescita, come sulle nascite che sembra che aumentino in luna piena. Però, per quanto mi riguarda, ho capito che basta che il seme stia a terra e, quando vuole, germoglia da solo, se lo ritiene opportuno.
La natura non aspetta marzo od aprile per far cadere il seme a terra e farlo germogliare subito. Magari il seme a terra cade a dicembre per germogliare ad aprile, quando le condizioni climatiche lo consentono.
arvalia  

... Arvalia, di fronte a cotanto sensato pragmatismo non posso far altro che inchinarmi, e fortemente applaudire ...
Orto delle Piane
   
@Arvalia
    "Maestro, ha influenza la luna?"
    "Sì, ma io non me ne occupo specificatamente, vado per istinto."
    Masanobu Fukuoka, Lezioni italiane
 @OrtodellePiane
    http://www.youtube.com/watch?v=Ii8ctrv7hCo&feature=related
angelop

1 commento: