lunedì 6 settembre 2010

Patate in verticale

Esperimento Patate in verticale
 di Danilo Melchiori
Un saluto a tutti, ringrazio Paolo e Angelo che mi hanno invitato su questo Blog che peraltro conoscevo già, lo leggevo da tempo e lo trovavo molto bello e utile per le informazioni che vi si potevano trovare, non sono un grande esperto ma un semplice hobbista che cerca di portare avanti un piccolo orto, cercando sempre di divertirmi facendo nuovi esperimenti che a volte riescono altre no, ma è giusto così, dagli errori si impara e si cerca di commeterne sempre meno.


Per iniziare vi propongo l'esperimento che ho voluto fare di persona, la coltivazione delle patate in un cassone,

all'inizio di quest'anno ho preparato questa cassa, ho utilizzato 4 quadrucci di legno da 5 cm alti un metro negli angoli, ho messo sul fondo del tessuto non tessuto per evitare che larve o altri insetti potessero risalire, come pareti ho utilizzato del "perlinato" legno sottile che ha già l'incastro in modo da non permettere il passaggio della luce, le misure: 100 x 50 cm



ho poi messo circa 15 cm di terriccio universale mischiato a letame di cavallo comprato in sacchi,
il 3 marzo  ho seminato le patate, come seme ho usato patate che avevo in casa che avevano germogliato, 7 patate tagliate a metà, una volta messe a dimora le ho ricoperte con altro terriccio fino all'altezza delle sponde


a metà aprile (11-4) le patate erano belle rigogliose,


3patate 11-4
il 18 aprile ho provveduto ad alzare con altre stecche le sponde ed ho riempito di nuovo con altro terriccio, lasciando sempre fuori la parte alta delle piante



4patate 18-4 
a metà maggio ho alzato ancora le pareti ed aggiunto altro terriccio, come si vede le piante stanno crescendo molto bene, nonostante la stagione non sia delle migliori non vedo grossi problemi sulle piante
5patate 23-5

6cassone 10-7
arriviamo al 10 luglio, è ancora presto ma guardando il terriccio vedo notevoli crepe che fanno filtrare luce sulle patate, decido di raccoglierle, le piante stanno già seccando perciò ritengo migliore questa soluzione,


8cassone 10-7
ho tolto le pareti laterali ed ho iniziato la raccolta, come si vede le patate sono belle e sane, la pezzatura non è molto grande ma va bene ugualmente, raccolgo le patate guardando e cercando di capire come è andato l'esperimento, si nota subito che, le patate migliori seminate hanno dato frutti in tutti i tre strati di terriccio che ho messo, quelle più deboli, che avevano i getti appena accennati, hanno prodotto frutti solamente nella parte bassa, nei due strati superiori non hanno prodotto nemmeno una patata, in base a queste considerazioni si può concludere che, se l'esperimento fosse stato fatto con patate "da seme", tutte ben germogliate, la produzione sarebbe stata di molto superiore.

Anche in queste condizioni, con gli errori commessi e l'inesperienza mia sulla coltivazione della patata, posso ritenermi soddisfatto della prova, dalle sette patate seminate ho raccolto circa 12 chilogrammi di patate che sono già una bella resa

9cassone 10-7
Spero che questo "esperimento" amatoriale possa essere utile a chi, magari avendo letto esperimenti analoghi voleva avere altre conferme o idee su questo tipo di allevamento in verticale


Altre foto - a pagina 36 e 37

10 commenti:

  1. Bell'idea ma non si vedono le foto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo le foto di Danilo sono nell'hard disk di Paolo e non posso recuperarle, comunque puoi vederle qui: http://www.forumdiagraria.org/il-mio-orto-f89/fotostoria-del-mio-orto-t7573-350.html Le pagine sono la 36 e 37 Buona visione!

      Ho inserito il link diretto alla fine del post.

      Angelo

      Elimina
    2. Ho inserito le foto... buona visione!!

      Elimina
  2. Ah ecco, tutta un'altra cosa!!
    Grazie

    RispondiElimina
  3. Enrico in Inghilterra le coltiva in vaso con un metodo simile,pian piano che crescono aggiunge terra.
    Ci sto provando anch'io sul balcone in vaso 25- 30 cm di diametro.
    Vediamo cosa verrà fuori
    Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti e' un metodo molto diffuso qui in inghilterra... anzi vendono sacchi chiamate appunto" potato grow bag" che sono larghe 50 cm e alte 60cm ma nella parte inferiore anno un buco chiuso con una cerniera lampo... molta gente dopo un po' di tempo raccolgono le patate dal fondo che sono pronte e cosi facendo la pianta scende di profondita e aggiungendo altro terreno riesci ad ottenere piu' patate...

      Elimina
  4. PATATE IN VERTICALE - i commenti del vecchio blog

    -----------------
    07 Settembre 2010
    -----------------
    Cavoli, l'anno prossimo ci provo!

    -----------------
    07 Settembre 2010
    -----------------
    Chi ha terreno a disposizione non ha bisogno di fare tutto questo lavoro, ma è una

    buona soluzione per chi ha poco posto, magari anche solo un terrazzo grande.

    In Francia usano fare delle torri con i pneumatici usati, ma non lo trovo un

    sistema "ecologico", invece qualche ditta vende dei cassoni componibili (con tavole

    a incastro) da montare man mano.

    Complimenti Danilo per l'ottima spiegazione con foto, ben fatta veramente.

    Paolo

    -----------------
    07 Settembre 2010
    -----------------
    Complimenti anche da parte mia, proprio un bel lavoro!

    A me non manca il terreno per le patate ma, qualche anno fa, anche io feci la

    famosa "torre coi copertoni" di cui raccontavano miracoli... La mia esperienza fu

    disastrosa, mi consigliarono di arrivare ad un metro di altezza e di adoperare

    terreno dell'orto. Al raccolto, trovai piccole patate per una trentina di

    centimetri, al di sotto erano tutte marcite...

    Ed anche la prova di coltivare patate tra la paglia, senza terreno, fu di esito

    negativo...

    Danilo sminuisce il suo operato ma, secondo me, ha fatto tutto nel migliore dei

    modi. Chi ha problemi di spazio o coltiva sul terrazzo gradirà i suoi consigli.

    Il tessuto-non-tessuto alla base, oltre ai vantaggi citati da Danilo, trattiene

    all'interno il terriccio ma non ostacola il drenaggio dell'acqua. Il terriccio ed

    il letame di cavallo (per me il migliore, visto che non mangiano le porcherie

    propinate a quelle povere vacche degli allevamenti intensivi...) non si compattano

    e le patate "respirano". Poi, credo che Danilo non abbia né spazio né materiale per

    prodursi compost...

    Ad occhio, direi che Danilo si è fermato ad un'altezza di mezzo metro ( a

    proposito, non credo che le assi delle pareti misurino 50 cm di altezza...), in

    pratica triplicando la grandezza del terreno disponibile.

    Tuttaltro che dispezzabile la raccolta, le patate sono in quantità paragonabile

    alla coltivazione in piena terra, anche la pezzatura è ottima, a vedere le foto.

    Anche il periodo della raccolta è giusto, io semino attorno al 19 di Marzo e

    raccolgo in Luglio.

    Presumo che le patate germogliate siano quelle vendute in negozio (evidentemente il

    trattamento antigermogliativo non è stato fatto o ha preso solo in parte), non

    credo che usare tuberi-seme avrebbe aumentato la resa, le piante in foto dimostrano

    buona salute da vendere! Certo, provare tre o quattro varietà che conosco bene

    sarebbe interessante!

    Angelo

    -----------------
    08 Settembre 2010
    -----------------
    Un gran bel lavoro! Poi considerando che le patate non erano da seme, la resa

    secondo me è stata ottima.

    Wolfbear

    RispondiElimina
  5. PATATE IN VERTICALE - i commenti del vecchio blog

    -----------------
    08 Settembre 2010
    -----------------
    Che bello Danilo!!! Mi hai risvegliato la voglia di provare a coltivare patate... Potresti riprovare il prossimo anno con una varietà che ti piace particolarmente e
    vedere come va.

    Un saluto,alla prossima.
    Ilaisola

    -----------------
    08 Settembre 2010
    -----------------
    Ciao a tutti e grazie dei complimenti, troppo buoni!!
    Naturalmente ha ragione Paolo, questo tipo di coltivazione può andar bene per chi ha, come me, poco spazio a disposizione o fà l'orto sul balcone. È un modo per mangiare qualche patata "fatta in casa"; non si può produrre certo il fabbisogno di una famiglia. Avevo visto l'esperimento con i pneumatici, ma sinceramente mi ispirava poco. Ho usato del legno perlinato che ha già l'incastro. Come altezza ha ragione Angelo, sono arrivato a circa 50 cm, 5 stecche da 10 cm l'una. Avrei potuto anche fare un ultimo giro con altre due stecche, ma avrei poi dovuto aspettare troppo a lungo per la raccolta e c'era il pericolo che le prime patate potessero marcire.
    Le patate che ho usato erano appunto comprate al supermercato. Le "patate di montagna", almeno così erano vendute, da mangiare erano molto buone, come peraltro devo dire di quelle raccolte, ottime come consistenza e gusto (ormai le ho quasi finite!!). Ho scritto che, usando patate da seme, probabilmente, il raccolto sarebbe stato migliore in base all'analisi fatta durante la raccolta. Ho fatto attenzione, guardando come si erano sviluppate le piante ed ho notato che, la metà patata ben germogliata ha dato patate nei tre strati, l'altra metà dove erano presenti solo piccoli getti ha dato patate solo nel primo strato. Và da sè che se tutti i semi avessero dato frutti nei tre strati ci sarebbe stata una produzione maggiore. Come dice Angelo, le piante erano ben sviluppate, ma vi posso assicurare che anche durante la crescita si vedeva in modo evidente la differenza da pianta a pianta. Comunque questo esperimento è andato. Il prossimo anno provo l'esperimento delle fragole piantate nei totem; ne ho già preparati due e, in primavera, li metterò a dimora, vi farò sapere poi come andrà.

    ciao danilo

    -----------------
    08 Settembre 2010
    -----------------
    Si può provare direttamente in un sacco di terriccio. Si fa qualche taglio qua e là e si infilano le patate, lo si tiene in piedi in un angolo soleggiato e gli si dà acqua. C'ho provato qualche anno fa, per divertimento, funziona, è comodo e pulito e per chi ha poco spazio è l'ideale :)

    I0S0N0leggenda

    -----------------
    10 Settembre 2010
    -----------------
    ciao
    anch'io quest'anno ho fatto un esperimento simile: patate seminate a maggio (un po' tardi), la zona è quella dell'appennino parmense sui 600 mt.
    Sabato tolgo le patate dal cassone e vedremo...

    Il cassone che ho realizzato è simile ma ho usato delle assi da muratore (in cantina ne avevo una gran quantità) praticando dei tagli alle estremità per poterle incastrare: in questo modo potevo aggiungere una fila di assi alla volta per alzare la torre e quando le tolgo posso smontare la struttura una fila alla volta.

    ciao
    Enrico

    -----------------
    10 Settembre 2010
    -----------------
    Confermo quanto già detto in altra sede virtuale: niente patate, nemmeno con la torre. Nè normali nè vitelotte. L'anno prossimo tutti pomodori

    Saluti
    Claudia

    -----------------
    10 Settembre 2010
    -----------------
    Cara Claudia, a quanto pare le patate non sono il tuo forte, penso sia il terreno poco adatto. Il mio tallone d'Achille è invece l'aglio, bulbi piccoli qualunque varietà coltivo...

    Paolo

    RispondiElimina
  6. PATATE IN VERTICALE - i commenti del vecchio blog

    -----------------
    13 Settembre 2010
    -----------------
    ciao a tutti
    Sabato ho finalmente aperto il cassone e spostato il terriccio. Risultato: poco più di 4 chili di patate, risultato abbastanza scarso.
    La cosa curiosa è che avevo molte patate piccole, come se non fossero cresciute abbastanza; non so spiegarmi il perché. Forse qualcuno di voi ne sa di più
    grazie.
    in ogni caso l'anno prossimo ripeto l'esperimento ma usando secchi della vernice, più piccoli e maneggevoli

    ciao
    Enrico

    -----------------
    13 Settembre 2010
    -----------------
    Forse la vegetazione era ancora verde? in questo caso si potevano lasciare i tuberi ingrossare un altro po'

    I0S0N0leggenda

    -----------------
    13 Settembre 2010
    -----------------
    Se le patate c'erano, ma erano piccole, forse la "sostanza" non era sufficiente, probabilmente era necessario un pò più di letame o altro concime, magari anche un pò di acqua in più. Nel mio cassone avevo mischiato circa metà terriccio e letame, annafiavo ogni due giorni ed anche piu spesso nel periodo più caldo, ho sospeso l'irrigazione solo una settimana circa prima della raccolta. L'unica ragione che penso sia plausibile per la scarsa o assente produzione delle patate va ricercata negli elementi che ne favoriscono la crescita.

    saluti danilo

    -----------------
    13 Settembre 2010
    -----------------
    Credo vada concimata bene la parte inferiore, cioè il primo strato, visto che le radici si sviluppano prevalentemente li. La pianta fa' tuberi anche dal tronco, all'attaccatura delle foglie, ma non radici. Le radici possono solo risalire un po' dal fondo.

    Concordo anch'io sul fatto che debba esserci una buona concimazione e acqua, con un buon drenaggio.

    Coltivata in piena terra una patata, tagliata a metà, produce 10 patate, quindi un rapporto 1 a 10 anche in peso. Sarebbe da sperimentare la torre con patate tipo la Vitelotte, di cui basta una patatina molto piccola per averne 4 o 5 grosse (sull'etto) più parecchie piccole da seme.

    Paolo

    -----------------
    14 Settembre 2010
    -----------------
    Grazie delle risposte.
    Per quanto riguarda il concime non ho fatto un gran che. Nello strato inferiore c'era terra concimata, poi solo terriccio mischiato a sabbia. Avevo aggiunto anche cenere di legna.

    Per quanto riguarda l'irrigazione avevo piazzato un tubo goccia a goccia (che passava per tutto l'orto) e irrigavo ogni 2 giorni fino a metà agosto, poi ho smesso e ho dato acqua sporadicamente solo quando era secco.

    Il cassone era cresciuto fino a un metro circa rincalzavo le piantine ogni 15 giorni e continuavano a crescere
    boh...

    ciao
    Enrico

    -----------------
    13 Aprile 2011
    -----------------
    Bellissimo il tuo raccolto di patate! Quest'anno, per la prima volta, anch'io mi sono cimentata con la coltivazione delle patate: quarantina bianca e quarantina gialla (giana riunda). vi farò sapere!

    ottonee

    -----------------
    07 Settembre 2011
    -----------------
    Ciao a tutti
    Volevo un consiglio da chi è più esperto.
    Mi sono avventurato nella patata nel barile all'inizio di settembre.
    Cosa devo aspettarmi? le piante sono uscite subito.

    grazie

    -----------------
    13 Settembre 2011
    -----------------
    Bisognerebbe conoscere il tuo clima, se è un clima mite avrai le patate novelle per Natale...

    Paolo

    RispondiElimina
  7. Molto interessante questo anno voglio sperimentare anche questo mi piace molto la coltivazione diciamo "alternativa " e ho avuto delle belle soddisfazioni già sperimentando con i cumuli tipo orto sinergico e permacultura.
    Grazie per le informazioni
    Un saluto a tutti
    Mario

    RispondiElimina