mercoledì 30 gennaio 2008

Pagina Aperta


Potete trovare tutti gli argomenti già trattati da questo blog nella pagina "Elenco degli Ortaggi", Tecniche di coltivazione e Parassiti
Per aiutarci a mantenere ordine, vi invitiamo a dare un'occhiata a questo elenco prima di lasciare i vostri commenti e porre le vostre domande 
perché magari trovate già la risposta, e il commento lasciato nel posto giusto aiuta tutti a seguirne il filo

TUTTI I COMMENTI ELIMINATI DA QUESTA PAGINA LI POTRETE RITROVARE IN 



ORGANIZZATI PER ARGOMENTI AFFRONTATI

197 commenti:

  1. mi piace il nuovo stile di questo blog... complimenti a chi lo ha perfezionato...
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paolo può esserne orgoglioso, il suo blog è al sicuro, nelle mani di Roberta migliora di giorno in giorno! Ed io, tra un pò, posso pensare alla pensione... Da internet, per quella vera, lasciamo perdere...

      Angelo

      Elimina
    2. se cerchi da andare in pensione dal blog è la volta buona che vengo a prenderti di persona, anche se hai il cervone!
      Pat

      Elimina
    3. Di fronte a cotanta minaccia non posso far altro che dire: "Scherzavo!"

      Ciao!

      Elimina
    4. La pensione dal blog è come quella vera: hai presente la carota appesa con un filo davanti al somaro?
      Non te lo permetteremo!
      Ti ho appena mandato del materiale!!!!
      Ciao
      Tony

      Elimina
    5. Ho ricevuto i semi...Grazie ad Angelo.

      Massimo Maccaroni

      Elimina
    6. Ciao Massimo,

      prendo spunto dal tuo commento per rassicurare i pochi (una diecina di amici, se non se ne aggiungono altri...) che attendono i semi che provvederò entro due-tre giorni al massimo!

      Angelo

      Elimina
  2. Buona sera a tutti, sono pensionata vivo a Dairago "Paese dei Murales" in prov. di MI,
    ho scoperto questo sito qualche giorno fa e poichè anch'io ho un orto e qualche pianta da frutto che coltivo ormai da una quindicina d'anni con gioia e dolori, vorrei aggregarmi al Vs. gruppo per poter scambiare opinioni ed esperienze.

    Grazie e a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta tra noi Carla, la condivisione è il nostro Credo!
      Grazie!

      Angelo

      Elimina
    2. Benvenuta Carla anche da parte mia. Attendiamo di conoscere le tue esperienze in fatto di coltivazione.

      Roberta

      Elimina
  3. Vedo che il numero delle visite del nostro amato blog raggiungerà oggi la velocità della luce, e, alla faccia di Albert, la supererà.
    Vedo anche che ora siamo diventati poliglotti, grazie al Translator di Google (quando aggiungeranno le lingue extraterrestri? - non ne vedo le ore!)
    Amici dell'Orto si è aperto al mondo.
    Tanti complimenti quindi al nostro abile pilota Arvalia per i risultati raggiunti, e un sincero augurio di poter ben controllare la rotta della nostra bella navicella nello spazio planetario, e chissà, magari in futuro, anche in quello siderale ...

    RispondiElimina
  4. Salve.
    Sono un appassionata di botanica e fitoterapia
    Devo sperimentare un decotto e sto cercando disperatamente del bietolone rosso (atriplex hortensis var. rubra).
    C'è qualcuno che ha questa pianta e può aiutarmi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo avevo, ma mi si è estinto.

      Elimina
    2. Buonasera Pamela,
      ho semi di atreplice rosso, puoi vederne le immagini nel post che ho dedicato alla varietà. Contattami al mio indirizzo mail.

      Claudia, semi anche per te, basta chiedere!

      Angelo

      Elimina
    3. Grazie, è buonissima ma fatica troppo da me, sono passata a chenopodium giganteum, quinoa, tetragonia... che resistono al caldo, alla siccità e si autodisseminano.

      Elimina
    4. Sai che mi è rinato? Spero in una migliore riuscita.

      Elimina
    5. Vedrai che il bietolone ti darà soddisfazione, farà un figurone col suo colore purpureo!

      Angelo

      Elimina
    6. Infatti me lo ricordo molto bello, ma spuntava con grande fatica (o non spuntava del tutto) e rimaneva piccolo piccolo.
      Adesso ti spiego meglio il "rinato". Era una versione breve, una sorta di "bugia da pigrizia" e adesso voglio rimediare.
      Gli ultimi semi li avevo dati a un'amica, perché io non riuscivo a farli nascere. Lei ci è riuscita e me li ha restituiti, senza che glieli chiedessi. Stavolta sono germogliati facilmente. Spero che cresceranno un po' di più rispetto all'altra volta.

      Elimina
  5. ciao a tutti volevo farvi i complimenti per tutto quello che riuscite a fare e per la passione che ci mettete (è da un pò di tempo che vi seguo apprezzando in silenzio le vostre esperienze). ora credo che il vostro aiuto sarà indispensabile dal momento che vorrei realizzare un orto didattico nella mia azienda (neonata) da collegare allo studio della preistoria e dunque alla conoscenza delle antiche varietà. Quindi un excursus su piante aromatiche e spontanee sarà d'obbligo (mi piacerebbe aggiungere alla macchia mediterranea che circonda il mio campo: zafferano, aneto, anice, maggiorana, melissa, camomilla) ma l'idea era di realizzare un angolo con piante per la tessitura (canapa, lino, miglio, cotone). abito nella provincia di lecce, per cui Angelo sicuramente potrà dirmi se la scelta di canapa, lino e miglio è giusta per la mia zona. Sul cotone (la famosa bambagia) sto tranquilla perchè qui si coltivava fino a poco tempo fa ma non ho idea di dove poter trovare i semi!! confido nella vostra disponibilità nel darmi anche solo qualche suggerimento. se qualcuno è in possesso di semi delle piante che ho citato (aromatiche/tessitura)vi prego di contattarmi all'indirizzo mail info@agriturismolapalascia.it
    cari saluti
    valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina,
      grazie per i complimenti sempre graditi! Ti faccio gli auguri per i tuoi progetti, se non sbaglio abiti nel Paese più ad est dell'Italia, il primo a vedere l'alba di ogni giorno! E con una Storia ( e geografia..) tutta da scroprire:

      http://agriturismolapalascia.it/

      Per i semi delle aromatiche non ci sono problemi, a parte lo zafferano (coltivo quello "falso") ma chiedo a qualche Amico!
      Per le piante "tessili" posso dirti, per esperienza diretta, che il lino, il miglio ed il panico vanno benissimo in terreni aridi come i miei:

      http://www.agraria.org/coltivazionierbacee/migliopanico.htm
      http://www.agraria.org/coltivazionierbacee/lino.htm

      Il cotone ama terreni più umidi e freschi:

      http://www.corrieresalentino.it/cultura/18855-il-cotone-coltivato-nel-salento-leccese-nel-1327-reintrodotto-dal-prof-ferdinando-vallese-nel-1905

      http://www.perieghesis.it/cotone.htm

      Posso darti i semi di Gossypium erbaceum.

      La riscoperta della canapa per la produzione di fibre e di farina alimentare avviene grazie ai sussidi Cee, ti raccomando però di procurarti i semi tramite le sementiere certificate!!!

      http://www.assocanapa.it/panels/panel_06.php

      Angelo

      Elimina
    2. grazie Angelo per i tuoi preziosi suggerimenti.
      attendo tue per le modalità di spedizione/pagamento..
      l'anno prossimo spero di aver finito con i lavori di ristrutturazione della masseria, sarei onorata di averti come mio ospite!! è tutto quello che posso offrirti per ringraziarti! semi da scambiare non ne ho!!:)
      cari saluti
      valentina

      Elimina
    3. Wow, un fantastico scambio! Devo assolutamente imparare a riprodurre i semi, la prospettiva di ricevere cene in dono (in masseria poi!) mi alletta molto :D

      Elimina
    4. Benvenuta Vale,
      i semi di lino li ho acquistati in un negozio che vende prodotti bio in confezione di semi da germoglio, quindi potresti trovarli facilmente. Se non riesci a trovarli posso mandartene un po'.

      Per la coltivazione della canapa devi sottostare ad alcune condizioni:
      http://www.assocanapa.it/agronomia.php

      Comunque ho trovato nello stesso negozio anche i semi della canapa, oltre alla farina e all'olio.

      Ho bulbi di zafferano di San Gavino, uno dei più apprezzati, bisogna però aspettare la fioritura (alla fine di ottobre) e che le foglie secchino; quindi posso mandartene alcuni all'inizio della primavera.

      http://www.zafferanozaf.it/dop.htm

      Roberta

      Elimina
    5. grazie arvalia!
      proverò a cercarli anch'io in qualche negozio bio..
      vada per i bulbi di zafferano in primavera.
      ci risentiamo allora
      grazie ancora
      valentina

      Elimina
    6. Anche io avevo intenzione di coltivare qualche bulbetto di zafferano. Ho visto che quelli bio certificati costano una cifra.

      Elimina
  6. Buonasera a tutti, ci chiamiamo Daniela e Giulio, è da molto poco che sbirciamo nel vs sito e non avevo ancora visto questa sezione, abbiamo inviato un'e-mail ad Angelo ed altri credendo di aver seguito bene le istruzioni ed invece ci accorgiamo di essere stati poco educati nel non esserci presentati prima qui. In effetti ci sembra che sia molto meglio presentarsi pubblicamente anche perchè speriamo, visti i nostri progetti futuri (progetti orticoli), di frequentarvi spesso. Siamo molto interessati varietà rare, antiche e spontanee/mangerecce, ma ancora alle prime armi.
    Al momento abbiamo un piccolo orto e stiamo preparando dei semi (molto pochi per ora) per la prossima stagione: calendula, borragine, alcuni fiori spontanei dell'appennino ligure (anello del papa, piantine di equiseto, piselli selvatici, melo selvatico e altri a noi sconosciuti), salvia istriana, nero di crimea, perilla nankinensis (piantina, forse a breve potremo recuperare qualche seme), salvia elegans (piantina, a novembre forse i semi), annona (piantina).
    Ci piace e condividiamo la vostra filosofia circa la diffusione della cultura del verde e lo scambio. Potremo iniziare a coltivare il nuovo orto da ottobre/novembre e moriamo dalla volgia di piantare qualcosa! Ci sembra che le varietà coltivabili in autunno siano ceci, fave, insalate (alcune), cipolle, porri, ravanelli, forse piselli. Ma sarà possibile anche in un clima padano? Ci piacerebbe una vs opinione a riguardo. Inoltre abbiamo visto le vostre liste di sementi e saremmo interessanti ad alcune varietà che scambieremmo volentieri anche se abbiamo poco da offrire al momento, ma molta buona volontà per il futuro sperando di autoprodurre e condividere a nostra volta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuti Daniela e Giulio,

      di sicuro gli Amici che vivono nelle zone vicine alla vostra saranno più utili di me che sono lontano ma sarò lieto di fornirvi i semi che riterrete interessanti. Non preoccupatevi se non avete semi da scambiare, c'è tempo...

      Non ho letto la vostra mail, corro a vedere!

      Angelo

      Elimina
    2. Benvenuti.
      Io qui a Milano non coltivo molto in autunno.
      Seminiamo insalata, papaveri e cicoria in serra così in primavera partono benissimo.
      All'aperto ci sono le verze, ma piantate già da tempo.
      Ho appena seminato per la prima volta la rapa senza testa (chiamata anche broccoletto all'olio) e la cima di rapa quarantina a cima grossa.
      Ho seminato (da seme, anche queste per la prima volta) due varietà di cipolla di cui al momento mi sfugge il nome.
      L'appuntamento irrinunciabile di ottobre/inizio novembre è di interrare i bulbilli di aglio in modo che spuntino prima dei geli.
      Se mi verrà in mente altro aggiungerò.

      Elimina
    3. Grazie Angelo, per il benvenuto e la tua risposta alla nostra e-mail, vorremmo un recapito per inviarti il necessario per spedirci i semi e preferiremmo che non rifiutassi:). E grazie Claudia per i consigli, stavamo dimenticando il nostro amato aglio.

      Elimina
    4. Mai dimenticare l'aglio! ;)

      Elimina
  7. Ciao Valentina,
    sono stato assiduo frequentatore del meraviglioso Salento tantissime volte, l'ultima ormai 10 anni fa, ho amici che mi aspettano da tempo...

    Conosco la generosità e l'ospitabilità dei Salentini, tu non fai eccezione! Ti ringrazio, se passo dalle tue parti mi farà molto piacere conoscervi ma non dovete sentirvi in debito per una manciata di semi! Dominique Lapierre ha scritto che "quello che non hai regalato l'hai perso per sempre."

    Angelo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Angelo
      l'invito rimane aperto, se dovessi venire da queste parti sai dove trovarci!!
      un caro saluto
      valentina

      Elimina
  8. Buongiorno a tutti..vi seguo da un po' di tempo,visto che sono riuscita' ad avere un campetto,e da quest'anno dedicarmi alla mia grande passione..l'orto..ho gia' fatto quest'esperienza anni fa,con buoni risultati,ma poi ho dovuto rinunciare,sono rimasta senza terra...oggi per me e' ripartire da principiante,anche perche'non vorrei fare il classico orto,andare al garden comprare le piantine trapiantarle, annaffiarle, concimarle,riempirle di veleni per tenerle un po' sane,io vorrei un'orto come lo faceva mio nonno,come lo faceva mio padre...e qui mi sento nel posto giusto...il mio problema piu' grande per iniziare sono ovviamente i semi,poi anche tanti consigli..sono in veneto vicino Verona..a 4/5 km dal centro di Verona..c'e' qualcuno che abita in zona?..una cosa che vorrei e' provare a coltivare qui tante varieta' di ortaggi che vengono coltivate al centro-sud Italia,so che e'un po' utopistico ma se non provo!!!sto costruendo una serra,penso che questo mi sara' di aiuto.. per chi volesse aiutarmi per i semi,faccio presente che io al momento non posso condividere niente..solo il mio impegno morale di impegnarmi concretamente per il futuro..una Buona Domenica a tutti...Lina..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lina, e benvenuta tra gli amici dell'orto.
      Riguardo l'orto classico, ci sai dire quanti metri quadrati intendi coltivare (giusto per capire le quantità di semi che ti occorrono)
      Riguardo le coltivazioni da "centro sud" non è troppo utopistico pensarle a Verona; io coltivo in montagna a 1.200 metri e riesco a fare pomodori migliori di quelli che posso comperare al supermercato, e quest'anno pure meloni squisiti per sapore e dolcezza (in serra)
      Riguardo il condividere siamo qui per questo, e non occorre firmare cambiali.
      Per ora anche io non ho molti semi autoprodotti, ma la generosità degli amici dell'orto mi ha stimolato a provare a fare di più, e spero ogni anno di riuscire a farlo meglio, come auguro anche a te

      Elimina
    2. Ciao Lina,

      io sono nell'alta padovana.
      In questo momento dell'anno è rimasto pochino da seminare o da piantare nell'orto nelle nostre zone.
      Potresti mettere giù i bulbilli d'aglio e seminare la cicoria a grumolo verde per consumarla a primavera.
      Vedi anche dai vivaisti che piantine hanno ancora a disposizione, forse qualche cicoria invernale e qualche insalata potresti ancora rimediarle e metterle in serra o in tunnel con la speranza che il freddo sia ancora lontano perchè sarebbe tardino trapiantare ora.
      Per il resto dovrai attendere febbraio/marzo per patate, piselli e semenzai.

      Elimina
    3. Ciao a te..Orto delle piane....grazie del benvenuto..il mio e' un campo veronese,cioe' 3.300 Mquadri..ma non devo coltivarlo tutto ad ortaggi,voglio mettere anche delle piante,per i semi non me ne servono molti,mi serve la varieta'perche' poi l'anno prossimo spero di riuscire a riprodurli.....non ho ancora capito bene il discorso ibridazione,ma mi sembra che sia molto importante,per riprodurre semi puri..devo approfondire di piu'la mia scarsa conoscenza su questo argomento...il mio comunque giusto per capirci e' un orto ad uso personale...anche se onestamente sono stata tentata di acquistare tutto il pezzo di terreno che e' di 3 campi,ma poi mi ha frenato la paura di non essere in grado di gestirlo da sola..e anche il costo..qui ci sono molti terreni in vendita,ma il prezzo resta alto,ora stanno adottando questo metodo di frazionare in piccoli appezzamenti e vendono molto di piu'...

      Elimina
    4. Ciao Honey75...bentrovato...lo so che adesso c'e' poco da seminare per noi,ma io sono previdente,mi preparo per la primavera..sara' la mia voglia di iniziare...comunque mi ha fatto molto piacere trovare un vicino....

      Elimina
    5. @ Lina Besaldo - Ciao, a proposito del "campetto" di 3.300 mq da piantare a orto e frutteto con tecnica "naturale" avrai già il tuo bel daffare, e prodotto eccedente per la gioia di diverse famiglie.
      A proposito della "varietà" nella lista dei semi puoi trovare una infinità di ortaggi "extracommerciali" autoprodotti, adatti a essere testati e replicati
      A proposito del riprodurre semi e ibridazione, nei meandri del blog l'argomento è già stato trattato, e lo trovi qui:
      http://amicidellortodue.blogspot.it/2008/02/riprodurre-semi.html
      e qui:
      http://amicidellortodue.blogspot.it/2011/07/semi-in-purezza.html
      e dintorni (Tecniche di coltivazione - Riproduzione e raccolta dei semi)
      Riguardo il "gestirlo da sola" trovo bello, e lo applico negli orti che mi appassiona restaurare, il fare insieme, condividendo la terra, che per le mie due braccia sarebbe comunque troppa, con altri che ne hanno la voglia ma magari non hanno l'ardire di affrontare le iniziali complicazioni.
      Perché coltivare la condivisione è bello, e utile ... anche se non sempre facile ...

      Elimina
    6. Ciao orto delle piane..grazie di tutte le tue dritte,sto studiando il tutto e dalle 7 di stamattina che sono qui...ho visitato anche il tuo blog e sono senza parole,vedendo il luogo dove vivete e operate che meraviglia..complimenti per tutto..

      Elimina
  9. Angelo..ti avevo inviato un'e-mail ma mi sono accorta solo ora che non e' stata ricevuta..perche' avevo omesso una P.... pazienza si vede che dovevo presentarmi publicamente,devo dire che per me non e' stato facile,farlo..sono per natura un po' timida e riservata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lina,

      benvenuta! Stai tranquilla, qui sei tra Amici a cui piace dare una mano a chi inizia ora, per i semi non avrai problemi! Ogni tanto leggo la pagina di Amicidellortodue su FB, diciamo che un pò ti conoscevo già!

      Angelo

      Elimina
    2. Grazie Angelo Bentrovato!pure io ti conoscevo un po',nel gruppo si faceva continuo riferimento a Te,ma non riuscivo a capire dove stavi...poi ho chiesto e mi hanno segnalato il tuo blog,da allora vi ho sempre seguito,e'veramente una scuola fatta con pazienza e passione...Grazie di tutto...

      Elimina
    3. Ciao Lina, grazie dei complimenti, troppo buona! E, per favore, il "te" tutto in carattere minuscolo!

      Il blog non è mio ma "nostro", di tutti gli Amicidellorto!

      Angelo

      Elimina
  10. Segnalo che ieri il blog ha superato il numero di 1.600 visite.
    Un GRAZIE a tutti coloro che partecipano alla condivisione di esperienze e di semi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Milleseicentootto visite in un giorno fanno impressione ma anche la "media" di ogni giorno (1.100/1.200)colpisce... E da ogni parte del mondo!

      GRAZIE A TUTTI!

      Angelo

      Elimina
  11. salve a tutti, pubblico in questa specifica pagina la richiesta di aiuto che invio a tutti nella ricerca di semi di varietà locali di pomodori da serbo o da seccagna, come definiti in alcune zone del paese. le sementi verranno inviate alla dott.ssa patanè del cnr di catania che sta effettuando delle ricerche su tale specifico ortaggio. potrebbe essere costruttivo aggiungere una breve descrizione delle caratteristiche specifiche della varietà.
    ringrazio questo forum per la grande opportunità che fornisce a chi ama la terra e quello che vi cresce sopra.
    saluti.
    franco de santis

    RispondiElimina
  12. Bello! Purtroppo non posso aiutarti, con l'umidità che c'è qui non è possibile conservare i pomodori da serbo, quindi non ci sono sementi tradizionali e quelle che ho provato le ho subito abbandonate. Auguri per il progetto.

    RispondiElimina
  13. scusami claudia, ho spedito dei semi di pomodori da serbo del tipo giallo ad un amico che abita nella zona di caorle, ne è rimasto contettissimo e non si è lamentato per la conservazione.vuoi provarli?
    saluti

    RispondiElimina
  14. Caorle... dovrebbe essere umido anche lì. Non gli sono andati a male? Se vuoi facciamo uno scambio, grazie, sei molto gentile. Ti avviso però che ho dei pomodori in lista d'attesa dall'anno scorso e non so se riuscirò a metterli l'anno prossimo.

    RispondiElimina
  15. Ciao a tutti,
    approfitto e scrivo qui, so che mi leggerete e posso posticipare il contatto via e-mail. Sono in difficoltà, per motivi che mai avrei immaginato prima ed aggiuntisi ai "normali" impegni sono in ritardo in tutto... Una cronica mancanza di tempo mi ha costretto a rinunciare a piacevolissime conversazioni via posta elettronica con molti Amici ed alle mie ricerche-letture notturne sul web, la cosa mi pesa moltissimo, vedrò di porre rimedio al più presto!

    La mia lista-semi non è aggiornata, lo farò quanto prima ma voglio subito tranquillizare i tanti che aspettano, ormai da mesi, semi. Ho fatto le ultime spedizioni ad Agosto, undici invii e neppure uno è arrivato a destinazione! Ho ripreso le spedizioni la scorse settimane, ringrazio tutti per il messaggio di avvenuto arrivo ed i pochi che non mi hanno più scritto... Spero che i semi siano arrivati, io spedisco a tutti, con ritardo ma spedisco! Grazie anche a chi mi ha inviato dieci e più francobolli in cambio di pochi semi, una generosità che va a beneficio di tutti gli altri richiedenti. Grazie anche a chi sta aspettando e, temendo di disturbare, non mi contatta via mail, sto preparando gli invii!

    A presto
    Angelo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senti Angelo, io credo che non sia tutto quel disturbo aspettare un po' per avere gratis dei semi speciali che pagandoli non troverebbero.
      Grazie per la tua generosità.

      Elimina
    2. Angelo, mi dispiace per le difficoltà che ti rubano il tempo e ti creano ritard, posso solo ricordarti che anche nel vivere a volte è necessaria una sana potatura ... in particolare di quei pesi che nessuno ci obbliga a portare ... neanche noi stessi

      E ringrazio anch'io chi ti ha inviato 10 francobolli, cosa che io non sono stato capace di fare ...

      Elimina
    3. Ciao Claudia,
      forse qualche varietà arriverà fuori tempo utile per la semina e di ciò mi spiace... Ma più che altro mi preme "spiegare" il silenzio alle mail!

      Caro Giovanni,
      vero che "chi è causa del suo mal..." Ma mai avrei pensato che io diventassi "punto di riferimento" o Maestro! Non posso ignorare i tanti giovanissimi che chiedono aiuto, consigli e... semi.

      Ricevere tanti francobolli e sopratutto le bustine per i semi contribuisce ad alleggerire il mio lavoro, ho finito le vecchie agende per fare buste! Riciclo auspicabile ma richiede tempo e colla...

      Non hai mancato di certo, dimentichi l'invio dei tuoi meravigliosi fagioli? Altro che francobolli!

      Buonanotte a tutti.
      Angelo

      Elimina
    4. Qualche bustina da agenda in viaggio ;-)

      Elimina
  16. grazie cludia, seguirò il tuo consiglio. sono molto riconoscente a chi porta avanti questo forum e al lavoro che svolge per passione. grazie a queste persone noi tutti possiamo usufruirne. premesso questo, perchè non fare più pagine con più argomenti invece di una sola? mi sembra che mettere in evidenza i vari argomenti possa contribuire a poterli avere tutti sotto gli occhi. naturalmente se ciò è possibile e non comporta ulteriore lavoro per chi gestisce il sito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai fatto bene ad esprimere la tua riconoscenza! Penso che tutti noi lo siamo, solo che ci dimentichiamo di esprimerlo. Quindi grazie anche da parte mia a tutti gli amici che gestiscono il sito, ricordando anche Paolo.

      Elimina
    2. Grazie Daniela, grazie Claudia
      per l'apprezzamento e grazie anche a Roberta e Giovanni per il loro lavoro, il blog va avanti grazie a tutti voi!

      Amicidellorto nacque come blog di gruppo per scelta, non ci interessava mettere su un sito, per intenderci un www.amicidellorto.it , il nostro era un luogo di ritrovo tra amici appassionati, prima su splinder e poi su Blogspot. Abbiamo ricevuto molti inviti di collaborazione da parte di siti "ufficiali" ed autorevoli ma abbiamo sempre spiegato che a noi andava bene il blog, che l'impegno era già notevole, che ci ritenevamo sempre solo appassionati e che avremmo continuato finché la passione fosse rimasta viva.

      Il blog non è un sito né un forum, ha dei limiti non superabili, Paolo prima e Roberta ora hanno aggiunto quello che è possibile, come vedete non è c'e il dialogo in diretta come su Facebook ed a molti ciò non è gradito però faccio notare che sui social c'è troppa velocità, troppa dispersione, l'attenzione al post dura pochi minuti... Al blog si potrebbe abbinare una chat però occorre che ci sia qualcuno che risponda!

      Roberta vi potrà spiegare molto meglio di me l'aspetto tecnico, io posso confermare che continuo a preferire il blog...

      Approfitto per fare gli AUGURI A TUTTI!
      Angelo

      Elimina
    3. Anche io preferisco il blog!

      Elimina
    4. Ciao Daniela,
      abbiamo aperto questa pagina, chiamata "pagina aperta" per creare uno spazio dove lasciare liberamente i commenti, qualora l'argomento non fosse già affrontato o qualora si volesse solo dire qualcosa, anche non particolarmente importante.
      Quindi si crea la condizione per cui, in questa pagina, vengono affrontati diversi argomenti di cui non abbiamo materiale in quantità necessaria per aprire un nuovo post.
      Prima, chi voleva presentarsi agli amici dell'orto lo faceva dove capitava, ora ha uno spazio dedicato.

      Le possibilità consentite dal blog non sono molte ed, ovviamente, un blog è diverso da un forum, dove ogni iscritto può aprire un argomento ed aspettare che qualcuno risponda.
      Ogni post che pubblichiamo non è solo un argomento da affrontare insieme (domanda e risposte), ma è anche frutto di una esperienza e di uno studio sul campo che l'autore ha fatto personalmente.
      Non necessariamente deve essere succeduto da commenti perché, in qualche modo, l'argomento è già di per se' concluso. È un modo per dare informazioni a chiunque fosse interessato ad entrare in contatto con una esperienza dal vivo.

      La creazione di più pagine sarebbe fattibile, ma dovremmo chiamarle Pagina Aperta 1, 2 e via di seguito, inserendo tanti link quante sono le pagine (ad esempio le immagini-link sulla colonna di destra). Ma se per caso qualcuno si imbattesse nella pagina 1 e volesse rispondere ad una domanda che viene fatta alla pagina 1, il suo commento continuerebbe comunque ad aumentare il numero dei commenti di questa prima pagina e si creerebbe lo stesso problema delle pagine che aumentano automaticamente quando i commenti raggiungono un numero elevato (che poi è quello che avviene nei forum, ovvero, le pagine aumentano automaticamente).

      Elimina
    5. Grazie e buone feste anche a tutti voi!
      A me questo blog piace un sacco così com'è, forse è proprio la sua semplicità a renderlo speciale.

      Aggiungo che i forum sono in disuso, perchè molto molto dispersivi. Inoltre richiedono una mole di lavoro notevole e costante.

      Elimina
  17. Ho ricevuto nella mia posta personale una richiesta di informazioni, inviatami da A.96, contenente domande per la quali io non ho risposte, perché non conosco la zucca spaghetti - La giro qui, dove magari qualcuno le risposte le ha ...

    Scrive A.96:

    "alla vostra cortese attenzione chiedo se la zucca spaghetti è possibile trovarla in commercio oppure si puo comprara in internet e possibile avere da voi il nome di chi la vende, piantando i semi in un terreno argilloso a quota 800m. sul mre la zucca spaghetti produce frutti. in attesa di una risposta distinti saluti A.96"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli amici dell'orto corrono in soccorso.
      Qui l'articolo di Claudio
      http://amicidellortodue.blogspot.it/2007/07/zucca-vegetale.html

      Non sapendo dove abita A69 le consiglio di prendere i semi da Ingegnoli che spedisce i semi. Ci saranno anche altri ma io sono di Milano e conosco Ingegnoli.
      http://www.ingegnoli.it/zucca-vegetable-spaghetti-spaghetti-vegetariani-6.html

      Altro non so perché non l'ho ancora coltivata.

      Elimina
  18. Auguri a tutti gli amici dellorto. Oggi compie 5 anni. Un grandissimo ringraziamento a Paolo che ha iniziato quesa iniziativa e che ad oggi sta funzionando alla grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già 5 anni? Che bello. Grazie per avere tenuto il conto.

      Elimina
    2. Auguri a tutti gli Amici dell'orto! Non c'è stata dimenticanza nel non festeggiare il compleanno, solo un po di mestizia, è il primo senza il fondatore... Tra qualche giorno sarà un anno che Paolo non c'è più, ma lui amava circondarsi di allegria ed odiava le "commemorazioni"! Pensavo di mostrarvi foto inedite e qualche immagine di Paolo, se vi fa piacere.

      Questo blog non ha mai avuto la pretesa di diventare "grande", lo spirito è quello di un ritrovo di appassionati, piace per questo a mio parere. Un merito ufficiale però può rivendicarlo, la Condivisione dei Semi è nata qui, un libero scambio senza contropartita economica non esisteva, io e Paolo pensavamo che quest'azione che sembrava suicida avrebbe avuto un effetto dirompente e così è positivamente accaduto. Il seme simbolo è stato quello dell'anguria di Fontarronco, una varietà introvabile che avevo ricevuto da scambio e che misi a disposizione, assieme a tutti gli altri che avevo, lui mi prendeva in giro chiamandomi "la banca-semi di sant'Angelo nelle Murge"...

      Saluto tutti gli Amici dell'orto, quelli del blog, quelli del Gruppo Facebook di Maxbetty, Enrico e Pat, i tanti amici di blog e siti "fratelli", attivi e non.

      Grazie a tutti voi
      Angelo

      Elimina
  19. Buongiorno a tutti,
    mi chiamo Costantino, 27 anni, sono pugliese (Gargano) ma abito a Crotta d'Adda (CR) per lavoro, sono laureato in Agraria-Produzioni Animali e finalmente da quest'anno potrò coltivare un piccolo orto. Per iniziare mi leggerò tutti gli interessantissimi post presenti poi magari metterò anch'io qualche post, anche se purtroppo non ho molto tempo. Ad oggi ho fatto solo delle talee di uva e mora senza spine e spero che il bel tempo arrivi in fretta.
    Ps. C'è qualcuno che abita vicino a me?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuto! Tra le persone che scrivono regolarmente non mi pare che siamo in molti qui al Nord. Io sono vicina a Linate, quindi piuttosto lontana da te. Buona coltivazione, auguri per l'orto.

      Elimina
    2. Benvenuto Costantino,

      attendiamo i tuoi post, compatibilmente ai tuoi impegni, puoi spedirli alla posta del blog, a me od a Roberta.

      Ci sono molti amici dell'orto nella tua zona, non scrivono (per ora, magari lo faranno, io li invito!) ma coltivano tanti orti, io ho i loro indirizzi e posso confermartelo, vedrai che si faranno vivi!

      Angelo

      Elimina
    3. Benvenuto Costantino, anche da parte mia.
      Sicuramente avrai già fatto un giro per il blog, ma, se ti può essere d'aiuto, trovi tutti i post riepilogati nelle segenti pagine:

      ELENCO DEGLI ORTAGGI:
      http://amicidellortodue.blogspot.it/p/elenco-degli-ortaggi.html

      TECNICHE DI COLTIVAZIONE E VARIE:
      http://amicidellortodue.blogspot.it/p/tecniche-di-coltivazione.html

      PARASSITI
      http://amicidellortodue.blogspot.it/p/parassiti.html

      DOMANDE E DUBBI SU:
      http://amicidellortodue.blogspot.it/2008/01/blog-post.html

      Attendiamo di vedere le foto del tuo primo orto.

      Roberta

      Elimina
    4. Grazie a tutti del benvenuto e buon orto!

      Elimina
  20. Salute e saluti a tutti.

    Carissimi Blogger,

    nel complessivo panorama che ad oggi il web possa offrire decisamente il vostro amicidellortodue spicca per la pecularietà delle informazioni che riesce a dare mantenendo sempre un clima di massima condivisione di idee problematiche e scelte con cui si dimenano coloro che come me non hanno dalla loro alcune specifiche esperienze.

    Un grazie quindi a tutti coloro si adoperano alla riuscita di un simile "miracolo".

    Grazie anche al compianto Paolo che ha per primo compreso è creduto in simile speciale iniziativa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuto albarajek,

      e grazie per gli apprezzamenti, da parte di noi tutti.

      Il merito va a tutti ed ovviamente a Paolo, che per primo ha avuto la brillante idea e soprattutto ad Angelo che continua imperterrito ad isolare, coltivare ed imbustare ed inviare quantità industriali di semi da distribuire al mondo intero... innescando una catena virtuosa che crea dipendenza.

      Roberta

      Elimina
    2. Benvenuto anche da parte mia, grazie per i complimenti che vanno a tutti i partecipanti!

      Sono poco presente nel blog ed in internet, sono alle prese con decine di buste da inviare, ormai ci sono amici in attesa da mesi e Febbraio è a metà dei suoi giorni...

      Ho una ventina di pagine di mail da spulciare, trovare indirizzi, richieste... Mi ci vorrà mezza giornata almeno!

      Un saluto a tutti
      Angelo

      Elimina
    3. Gentile Angelop,
      grazie per il benvenuto.
      "navigando" per il sito si comprende benissimo che il tempo da dedicare per il successo di una "idea", non può bastarti mai.
      Per chi ha un vero interesse alla "materia" amicidellortodue é uno strumento indispensabile.
      E' giusto Angelo quando dici che i complimenti devono estendersi a tutti i partecipanti, basta pensare alla gentilissima Roberta che puntuale per le prossime semine ci presenta il calendario delle semine più aggiornato del web.
      Grazie quindi a tutti per quello che fate, per quello che avete fatto,
      certamente anche per quello che farete sempre nel segno più "naturale"
      che vi contraddistingue.
      A presto albarajek

      Elimina
  21. Ciao a tutti,
    mi chiamo Silvio, ho appena scoperto questo blog e già vi adoro. Sono un appassionato della natura e amo scoprire e circondarmi di nuove piante e trovo che non ci sia cosa più appagante che farlo scambiando. La natura mette a disposizione del mondo i semi delle sue figlie e mi piace pensare che come il vento o gli uccelli anche noi possiamo diffonderli e rendere fertile e viva la nostra terra.
    Aspetto di conoscervi meglio, un abbraccio,

    Silvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuto Silvio e grazie per gli apprezzamenti, che sono sempre i benvenuti.

      Ho visto che sei di Roma, quindi, quando vuoi, possiamo incontrarci. A Roma ci stanno anche altri amici che commentano nel blog.
      I semi a tua disposizione sono tanti e tutti fantastici ed hanno solo necessità di essere coltivati. Se hai qualche desiderio puoi dare un'occhiata alla mia lista nella pagina della "Lista dei semi"

      Roberta

      Elimina
    2. Benvenuto Silvio,
      vedrai che sarai a tuo agio tra gli Amici!

      A presto
      Angelo

      Elimina
  22. Caro Angelo... rieccoci!

    Il lavoro, i figli piccoli e altre amenità varie mi hanno tenuto lontano dall'orto...tant'è che oggi ricomincio quasi tutto daccapo.

    Bello il blog, ci riconosco l'impronta di Paolo. Anche se non l'ho conosciuto di persona, non posso fare a meno di pensare a lui con malinconia e con la considerazione che bisogna godersi le persone finchè ci sono...spero che il suo lavoro non vada perso, che il suo giardino sopravviva.

    Ti lascio un caro saluto.
    Buona vita e a presto.
    Michele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Michele,
      bentornato! Sono felice che il blog ti piaccia, Paolo lo ha traghettato da Splinder a Blogspot e la sua mano si vede, ora c'è un taglio diverso grazie al prezioso aiuto di Roberta e Giovanni, oltre a tutti gli altri partecipanti, pur rimanendo nel solco tracciato.

      Non posso dirti nulla sul giardino a vista della Gallinara, spero anche io che sia in buone mani, anche se nessuna mano potrà sostituirsi alle sua...

      A presto
      Angelo

      Elimina
    2. capisco...


      Buon lavoro allora.

      Organizzi/ate anche incontri o scampagnate nella "vita reale"?

      Michele

      Elimina
    3. Buon lavoro anche a te!

      Le mie uscite sono spesso in solitaria, a volte coi pochi amici compaesani. Ogni tanto ricevo gradite visite dagli Amici che vivono nelle vicinanze e mi hanno conosciuto tramite il blog.

      In tanti mi hanno chiesto se organizzo o penso di organizzare un raduno di Amicidellorto, per ora non ho nulla in programma ma, magari in altre regioni, gli Amici potrebbero pensarci...

      Angelo

      Elimina
  23. Carissime e Carissimi,
    è doveroso che mi presenti a tutti voi in quanto nuovo membro di questa "famiglia ". Ho già tentato altre volte ma probabilmente non vi sono riuscito. Dico probabilmente perchè ancora non sono esperto di questo sito che ho trovato occasionalmente ma che mi sembra risponda alle mie esigenze di coltivatore di un piccolo orto in periferia di Ancona. La mia presenza sarà discontinua in quanto il lavoro mi porta via buona parte della giornata ( la riforma Fornero... ) ma appena iniziano le belle giornate il fine settimana e qualche pomeriggio lo dedico al mio amato orto in cui mi rigenero sia fisicamente che psicologicamente. In casa siamo io e mia moglie e con 100 mq non compero mai la verdura !
    Un abbraccio a tutti voi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mauro,
      benvenuto tra gli Amici! Non devi giustificarti, la tua presenza sarà sempre gradita ma deve essere di tuo gradimento, come accade per il tuo orto ed i suoi benefici effetti!

      Angelo

      Elimina
  24. E' primavera. Oggi personalmente ho fatto una pausa, niente lavoro, avevo bisogno di staccare la spina, completamente. Ho passeggiato sui monti, ho osservato come farebbe un bambino.. il verde intenso da non sembrar vero, i germogli e le piantine che escono fuori con vigore, i fiori in festa...in un'atmosfera intrisa di una forza poderosa quanto silenziosa, in una pioggia di bellezze senza fine (la fortuna di vivere in Sicilia). In questo vuoto mentale, in questo dolce far niente, la natura mi ha accolto tra le sue braccia. Ciò non ha prezzo. Auguro la migliore delle primavere a tutti gli amici di questo blog, che il bel tempo accompagni i vostri giorni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Phototribe,

      Buona Primavera anche a te!

      Elimina
    2. buona primavera anche a te.
      Da abitante della pianura padana, riconosco la tua fortuna nel vivere in Sicilia, l'ho visitata solo una volta, per ora, ma la bellezza dei posti mi è entrata nel cuore.

      giuseppe

      Elimina
    3. Buona Primavera a tutti!

      http://amicidellortodue.blogspot.it/2011/04/primavera.html

      Angelo

      Elimina
  25. Ho saputo recentemente che Paolo Basso è andato a coltivare l'Orto del Signore.
    Ci tenevo a dire che io pur non avendolo conosciuto di persona l'ho molto stimato leggendo i suoi interventi.
    Abbiamo avuto uno scambio di marze, ed io nel mio frutteto ho un albicocco 'Valleggia' le cui marze mi sono state inivate da lui, fra poco fiorità e io passandogli davanti voglio proprio ricordarmi del Paolo!

    RispondiElimina
  26. un saluto a tutti!!!!!!
    Faccio il giardiniere per lavoro ( ma anzitutto per passione )e coltivo l orto per diletto .
    ho letto un po del vostro blog e sono rimasto sbalordito da quanta gente preparata e competente partecipi .
    COMPLIMENTI

    Paolo R

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paolo,

      benvenuto! Grazie a nome di tutti per i complimenti, sempre graditi...

      Angelo

      Elimina
  27. Grazie a tutti per la comprensione, si impara sempre dagli errori e dietro una brutta avventura ci sono sempre nuovi stimoli e nuove opportunità. Comunque ho già riseminato!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se vuoi ho avanzato dal trapianto fatto stamattina una zucchina siciliana e una caigua, e forse un melone, non so perché mi ha chiamata una vicina e ha finito mia mamma, non so di certo ma qualcosa avrà avanzato.

      Elimina
  28. Salve amicidell'orto,
    Stupendo questo blog, vi ho trovato mentre girovagavo per la rete in ricerca di consigli per la semina. A tal proposito ho letto un vecchio articolo di paolo che mi ha aperto un nuovo mondo eheh, geniale utilizzare gli scatoli del latte ^^ Ho letto anche che è possibile avere/scambiare semi con la comunità che avete creato, spero di poter contribuire anch'io una volta che avrò dato alla luce qualcosa di mio. Per il momento mi son cresciute 6 piantine di zucchine tondo chiaro di Nizza, un pò di cipolla di barletta(ho fatto tardi credo, fine aprile) e un bel pò di ravanelli vediamo se ingrossano ^^ e mi è spuntata anche un pò di lattuga da taglio. Avevo anche fatto crescere 5 piantine di piselli a grano rugoso, ma appena trapiantati in campagna son rimasti gli steli praticamente -_- dannati uccelli. Ah dimenticavo, mi chiamo Simone ed ho 25 anni, piacere di fare la vostra conoscenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simone e benvenuto tra gli amici. Anche io quando ho scoperto questo gruppo ora tutti i posto sono il mio vangelo dellorto. Anche io all'inizio non avevo quasi niente da scambiate ma grazie agli amici poco per volta ho avuto la possibilità di scambiare e qui sono anche considerato uno dei capi degli amici dellorto 2 estero dell'Inghilterra :). Se angelo e altri mi permettono posso anche segnalarti il gruppo facebook amicidellorto2 dove altri amici saranno li pronti ad aiutarti. A presto

      Elimina
    2. Grazie Enrico,
      intanto continuo a leggere c'e tanta tanta roba qui,
      ah prima ho dimenticato di dire che sono di Catania, c'è qualcuno delle mie parti?
      Un saluto

      Elimina
    3. Benveuto Simone nel blog, da parte di tutti.
      Ci sono tanti amici che scrivono e/o ci seguono dalla Sicilia. Tutto sta a scovarli di qua e di là.

      Tutto quello che è pubblicato nel blog, lo trovi riassunto in queste pagine (anche se forse le hai già trovate):


      - ELENCO DEGLI ORTAGGI
      http://amicidellortodue.blogspot.it/p/elenco-degli-ortaggi.html

      - TECNICHE DI COLTIVAZIONE
      http://amicidellortodue.blogspot.it/p/tecniche-di-coltivazione.html

      - PARASSITI
      http://amicidellortodue.blogspot.it/p/parassiti.html

      - LISTA DEI SEMI
      http://amicidellortodue.blogspot.it/p/lista-dei-semi.html

      - DUBBI E DOMANDE SU
      http://amicidellortodue.blogspot.it/2008/01/blog-post.html

      Buona lettura e se hai domande da fare e semi da chiedere, sentiti libero.

      Roberta

      Elimina
    4. Grazie Roberta,
      In effetti qualcosa che mi ha incuriosito dei vostri semi ci sta. Posso chiedere anch'io che ancora non ho niente da dare in cambio? Devo contattare il titolare della lista, giusto? Cmq appena riuscirò a combinare qualcosa di buono ve lo faccio vedere, dovrò leggere come fare in modo corretto i semi e non farli rovinare per poi poterli condividere. Ciaoo

      Elimina
    5. Benvenuto Simone! Io sono di Messina, per qualsiasi cosa trovi la mia mail nella pagina della lista dei semi, l'ultima in basso!

      Elimina
    6. Oh mio vicino, eppure son stato solo due volte a messina. Ricordo Tintari, Capo D'Orlando in particolare. Comunque grazie per la tua disponibilità, non esiterò nel caso avessi bisogno, per il momento ho chiesto a maxebetty e giuseppe un bel pò di semi cosi da fare uniche transazioni. Attendo tranquillo tranquillo, una buona serata a tutti.

      Elimina
    7. Ciao Simone,
      benvenuto anche da parte mia! Gli amici dell'orto in Sicilia sono tanti, posso confermartelo perchè ho i loro indirizzi nella mia rubrica, ho scambiato semi in quantità... Per esempio, Luigi è quasi un tuo compaesano!

      http://ortidelsud.forumfree.it/

      Ma, come leggi nelle risposte, tutti gli Amici saranno felici di darti una mano!

      Angelo

      Elimina
  29. "Nell'antica tradizione ebraica, a partire dal V secolo a.C., l'anno sabbatico era quel periodo durante il quale, in onore a Dio e secondo le leggi Mosaiche, si lasciava riposare la terra, si condonavano i debiti e venivano liberati gli schiavi. Schiavi, infatti, erano quelle persone che, per debiti non pagati o reati commessi, dovevano lavorare per la famiglia del creditore fino a risarcirne i danni. Durante questo periodo il creditore provvedeva al mantenimento dello schiavo e, alla sua liberazione, gli versava una somma che gli consentisse di riprendere una vita normale. La restituzione, tuttavia, si concludeva in ogni caso nell'anno sabbatico, che cadeva ogni sette anni: per questa ragione si diceva che era fortunato colui che iniziava a pagare i propri debiti in un momento vicino al settimo anno.
    Oggi l'anno sabbatico è un anno di congedo retribuito cui i docenti universitari hanno diritto per dedicarsi alla ricerca scientifica e all'aggiornamento: due volte ogni dieci anni in Italia, una ogni sette negli Usa.
    Il termine è diventato anche sinonimo di un lungo periodo di riposo lontano dalla professione lavorativa."

    Non sono nell'anno sabbatico, mi sono solamente assentato qualche settimana per seguire altre situazioni meritevoli d'attenzione, sempre riconducibili al nostro blog, ve le mostrerò a breve.

    Grazie a Giovanni per gli splendidi contributi, a Roberta, ad Alon.

    Ora mi aspettano venti pagine di mail in attesa di risposte...

    Angelo

    RispondiElimina
  30. Salve a tutti mi chiamo Giovanni volevo farvi i complimenti per questo Blog che è bellissimo, unito poi alla vostra filosofia di condivisione e diffusione della cultura del verde lo rende unico. Scambio e accetto volentieri dei semi ho tanto spazio e passione quindi non resta che iniziare Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giovanni,
      benvenuto tra di noi, grazie per i complimenti che, come sempre, vanno a tutti i partecipanti! Per lo scambio trovi liste ed indirizzi alla pagina di Condivisione dei Semi, se hai una tua lista da mettere inviala.

      Angelo

      Elimina
    2. Benvenuto Giovanni,
      quando vuoi puoi inviarmi la tua lista da mettere sul blog.

      Roberta

      Elimina
  31. sito interessante
    quante informazioni utili
    ... io sto cercando piante insolite e strane ... daikon, frutti tropicali, spezie, aromatiche, agrumi
    grazie per il Vostro aiuto

    dispongo di semi di vario genere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto facendo maturare i semi di daikon ma per ora non so dire prevedere la buona riuscita o meno.

      Elimina
    2. Buongiorno Luigi,

      benvenuto.

      Se vuoi inserire la tua lista dei semi da scambiare inviala alla mail del blog oppure a noi, gli indirizzi li trovi al post della CONDIVISIONE DEI SEMI.

      Angelo

      Elimina
  32. Titolo: le persone sono diffidenti.
    Sono in vacanza e sono in astinenza da orticello. Vedo dalla finestra un orticello rigogliosissimo. Era rigogliosissimo. In pochi giorni la verdura così bella ha iniziato a marcire. So che la proprietaria sta attraversando qualche difficoltà, così pensavo che non avesse tempo per raccogliere la verdura e ieri mi sono offerta di raccoglierle le coste e di portargliele già lavate.
    Si è offesa perché a lei servono.
    Ma io per quello gliele volevo raccogliere, perché immagino che le servono.
    A parte la paura del furto poi ho capito che qui usano raccogliere le piante intere, come si faceva cent'anni fa. A lei servono tutti i giorni così raccoglie ogni giorno le piante che le servono, io invece le avrei raccolto ogni giorno una o due foglie da ogni pianta in modo da avere ogni giorno foglie belle, sia quelle raccolte che quelle future, infatti se si recidono le foglioline piccole queste crescono tutte deformi inoltre passa molto tempo prima di fare un nuovo raccolto.
    Ma tanto non le mangiano loro, le usano per il ristorante, non importa se sono marce, buttano tutto dentro al pentolone.
    Ecco, io volevo aiutare una persona e domani tutti sapranno che volevo rubarle le coste. Questo mi rende triste.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Claudia,
      anch' io , le rare volte che mi allontano da casa , ho nostalgia del mio orto come se fosse anzi lo è un insieme di creature viventi la cui esistenza dipende da me. E' quello che hai provato sicuramente anche te in vacanza e così ti sei immedesimata nella proprietaria di quell' orticello prima rigoglioso poi tutto sofferente. Ti sei comportata bene con la proprietaria: ti sei resa disponibile ad aiutare il prossimo ! Forse la signora potrebbe essersi pentita del suo gesto.....spesso non si ammette di aver sbagliato........L' essere umano ha tutto incomune ai suoi simili: le orecchie, gli occhi, la bocca Comunque hanno una differenza che ci distingue l' uno dall' altro: è così anche per il cervello....

      Anch' io fino a qualche anno fà raccoglievo tutta la pianta di insalata poi ho seguito il consiglio di mia moglie ( in casa siamo solo in due ) e raccolgo foglia a foglia: in questo modo non perdo tempo a pulirla a casa e ho sempre foglie pronte da raccogliere. La pensiamo entrambe nello stesso modo !
      salutoni

      Elimina
    2. Ciao Claudia,

      goditi la vacanza, non lasciare che episodi come questo te la rovinino! Sai che c'è tanta gente che vede il suo prossimo come "nemico" da cui difendersi e non riesce a concepire una offerta d'aiuto come la tua per quella che è, dare gratis una mano! Per loro ci deve essere per forza un tornaconto, chi fa qualcosa per nulla?

      A presto
      Angelo

      Elimina
    3. Grazie anche a te, Angelo, hai ragione.
      Qui le foglie continuano a marcire, ma pazienza.

      Elimina
  33. Carissimi e Carissime,
    ieri ho controllato le piantine di porri nella mia " foresta " che avevo trapiantato 2 settimane fà: si stanno riprendendo ! se riuscissi a farle autoriprodurre allo stato selvatico sarebbe una grossa conquista ! i pomodori si sono sviluppati discretamente e portano frutti anche se pochi .Non ho dato loro neanche il verderame .
    Sto raccogliedo le pesche , i fichi sono ancora piccoli..........Ora ci vorrebbe una pioggia e non una bomba d' acqua !
    Salutoni a tutti

    RispondiElimina
  34. Ciao a tutti.
    Ho scoperto stamattina il vostro blog... e praticamente son qui da tutto il giorno a leggere tante cose interessanti!
    Ho un orticello nel novarese. Primo anno che lo gestisco interamente io.
    Per adesso sono abbastanza soddisfatto, ma vorrei provare specie e varietà diverse l'anno che viene. Attualmente dispongo di poche varietà interessanti da scambiare, ma spero che nel tempo aumenteranno!
    Dispongo di semente di Fagioli Ciammarucoli (detti anche Aulieci), Fagioli di Pigna, Zucca Moscata di Provenza.
    Se qualcuno fosse interessato mi contatti!
    Saluti a tutti e a presto.

    Oliver

    RispondiElimina
  35. Caro Oliver , anch' io ho scoperto questo blog per caso e lo trovo interessante in quanto ci sono persone simpatiche, non è a fini di lucro e riesco ad apprendere sempre qualcosa di nuovo.
    BENVENUTO TRA NOI

    RispondiElimina
  36. Ciao a tutti io mi chiamo Alessandro Montelli e scrivo dalla Romagna
    sto scoprendo giorno dopo giorno la passione per la terra, per la vita a contatto con il mondo vegetale che inevitabilmente, con il suo ritmo lento e padrone del tempo, mi aiuta a rallentare e ad assaporare meglio ogni attimo della mia vita.
    Interessato alla conservazioni delle speci, delle genetiche locali e tradizionali, della biodiversità ( essendomi reso conto che è una delle uniche cose per cui vale la pena lottare e vivere ) tramite delle ricerche sul web sono arrivato in questo blog.
    L'anno scorso e quest'anno mi sono interessato all'orticoltura ma purtroppo sono incappato nell'industria sementiera ibrida che mi ha impedito di riprodurre seme buono. Mi interessai al metodo di permacoltura che sperimentai un po alla buona, ma che ho successivamente iniziato a studiare con maggiore attenzione e precisione, capendo sempre di più quanto sia per me una giusta strada da percorrere.
    Avendo recentemente preso coscienza della situazione attuale riguardo alle sementi, minacciate dalle industrie e dalle multinazionali degli ibridi e degli OGM, sto praticamente inaugurando la mia via verso l'autonomia, verso l'indipendenza contadina, perché penso che sia una di quelle poche cose che l'essere umano può e deve fare per riappropriarsi di ciò che gli è stato tolto: la libertà.
    Al momento non ho sementi da offrire, ma mi sono già procurato diverse sementi che intendo coltivare e riprodurre con il prossimo ciclo primaverile, ma nel frattempo sto cercando di prepararmi per un orto invernale.
    Una volta riprodotto a sufficienza le sementi di cui già dispongo ( ed eventualmente sementi che riceverò tramite gli utenti di questo blog ) sarò felice di metterle a disposizione del prossimo.

    Alessandro

    RispondiElimina
  37. Benvenuti Oliver ed Alessandro,

    sono contento che il nostro blog vi piaccia e che lo scopo per cui è nato oramai sei anni fa è stato capito, tutti i partecipanti sono certi che la Condivisione è la "strada giusta", lo scambio di semi ed esperienze personali contribuiscono ad arricchirci tutti.

    Non abbiate timore e chiedete i semi, anche se non ne avete da scambiare, per quello c'è tempo!

    Angelo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del benvenuto Mauro e Angelo.
      Condivido in pieno lo spirito del gruppo!
      Come Angelo potrà vedere nella mail che gli ho mandato non ho perso tempo a chiedere semi...
      E per l'anno prossimo spero di riuscire a riprodurre le varietà mandatemi per poter anche io fornire un po' di buoni semi a chi ne avrà bisogno!

      Oliver

      Elimina
  38. cari amici visto che ora tutti dimostrano i loro orti e gisrdini questo e' un anticipo di cio che sto coltivando e specialmente i pomodori che sto mandando a seme da condividere con tutti voi
    http://enricoveguk.blogspot.co.uk/2013/08/il-mio-giradino-2013.html
    che ne pensate?

    RispondiElimina
  39. Caspita Enrico,

    complimenti! Il tuo terrazzorto è proprio un bel vedere!

    Angelo

    RispondiElimina
  40. grazie a tutti...ora com le temperature un po basse ieri sera anche 13 gradi sono costretto a chiudere la serra per mantenere la temperatura costante... l'unica mia proccupazione sono i coroselli che hanno tanti fiori ma non api in giro da far qualche lavoro e nei giorni piu freddi quando la serra e' chiuso non possono entrarci....la pianta e' molto bella ma spero di mangiarmeli qualche carosello....

    RispondiElimina
  41. http://www.fioridiaia.altervista.org/index.php?album=estate-2013&image=13_08_09_pomodorini.JPG
    Ecco qui i miei mini pomodori.
    Quelli rossi sono i miei lanternini, poi ci sono i perini gialli e due tipi di striati: allungati e tondi.
    Sono di piante che mi diede un'amica ma senza nomi specifici (erano Scuri o Sardi)
    Qualcuno di voi conosce il nome preciso?
    Grazie

    RispondiElimina
  42. Ciao. Vorrei utilizzare la tecnica del sovescio, seminando ciò che ho a disposizione e cioè: senape bianca, spinaci, qualche graminacea e rucola.

    Seminerei ora per trinciare e sotterrare ciò che crescerà, a fine ottobre (dove ora stanno le carote seminare a fine ottobre e trinciare a fine autunno.). Poi utilizzare qualche preparato da spargere sul terreno dopo l'operazione, tipo il colaticcio di guano e compost, il litotamnio e forse un pò di pellettato con potassio o letame pellettato (ho le idee un pò confuse, non so se anche il pellettato si può sciogliere in acqua).

    Che ne pensate?

    I dubbi sono: a Ottobre il terreno così preparato sarà pronto per effettuare delle semine o dei trapianti o sarà necessario lasciarlo a riposo tutto l'inverno? Come si procede per interrare i resti delle piante? Vorrei mantenere le radici nel terreno. E se invece di usare il badile come nel video (che faticaccia!) ricoprissi semplicemente le piante sminuzzate con il compost o altra terra presa dai vasi?

    http://www.youtube.com/watch?v=_gxqXBK6zcE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di solito si fa con leguminose, non con gli spinaci

      Elimina
    2. Grazie Claudia per la risposta. Non riesco a reperire con facilità semi di leguminose da sovescio, come il favino.

      Della senape bianca ho letto che è nematocida/erbicida, quella bruna è fungicida/erbicida.

      Elimina
    3. Cara Francesca,

      che tu sia confusa è evidente...

      Per il sovescio sono indicate le varietà che producono molta "massa verde", con vegetazione abbondante, ovvio che bisogna dare loro il tempo di crescere! Scrivi che vuoi seminare ora e sfalciare ad Ottobre (e non è sovescio...), avrai ben poco da tagliare...

      Se semini piante da sovesciare ora potrai sovesciare in primavera, ne gioveranno le coltivazioni primaverili-estive. Le piante puoi lasciarle sul terreno senza estirpale e vangare, il meglio è passarle nel trituratore e poi spargele sul terreno.

      Il favino lo trovi con facilità nei consorzi, posso dartene io ma puoi benissimo usare le normali fave, sono anche meglio!

      Angelo

      Elimina
  43. Ho acquistato dei semi di Chia alias Salvia Hispanica, e ne ho seminati alcuni. Premesso che potrebbero anche non nascere, qualcuno mi sa dire se le foglie di tale pianta sono commestibili o se hanno qualche uso particolare? Grazie, perché in caso non nascessero avrei l'occasione di acquistare dei semi destinati alla semina. Sempre se si possono usare le foglie. Da me non riuscirebbe a fiorire, per quello mi concentro sulle foglie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia, visto che sei sopravvissuta al mio "incoraggiamento" di provare, in modica quantità, le foglie di amaranto, ho provato a ricercare qualcosa riguardo alla Chia, ma ho trovato molto riguardo i semi (definiti ottimi e salutari), niente, né a favore né contro, riguardo alle foglie, per cui deduco che mortali non dovrebbero essere, anche se magari neanche chissà quale eccellenza.
      Ho però trovato chi ne propone l'uso dei germogli, qui:

      http://www.natsabe.it/prodotti/bavicchi-spa/semi-da-germogliare---chia-salvia-hispanica---15g.asp?ID=8003419018477&IDS=TP&L=IT

      Quindi se sono commestibili i germogli lo dovrebbe essere anche le foglie adulte, ma mi raccomando, esperimenti sempre in modicissima quantità ... e se sopravvivi faccelo sapere ...

      Elimina
    2. Prima vediamo se spunta qualcosa.

      Sai, non è detto. Ci sono tante piante che da giovani si mangiano (alcuni le mangiano, io no) Vedi phytolacca americana o ranunculus ficaria. Dopo la fioritura diventano tossiche.

      Elimina
    3. I semi di chia sono germogliati! :-)

      Elimina
    4. Ciao Claudia,
      qualche tempo fa volevo anche io prendere i semi della chia proprio perché sapevo che le foglie erano commestibili. Trovi informazioni utili sui siti in lingua inglese e spagnola.

      Le foglie essiccate sono usate per tè e tisane;
      i germogli sono commestibili ed infatti i semi vengono venduli anche per questo;

      Viene riportato che nei villaggi Maya dello Yucatan mangiano le foglie di Chia saltate in padella o cotte al vapore per ammorbidire i gambi spinosi.
      Una ricetta è quella di mischiare le foglie di chia a frittate o tortillas.

      È importante cuocerle per togliere la tossicità contenuta nei pelucchi presenti in particolar modo nello stelo (ma esistono varietà senza pelo).

      La chia appartiene alla famiglia della salvia.

      Questa è la traduzione di un sito in lingua inglese:
      "Le foglie di Chia (fresche o secche) immerse in acqua bollente, producono un tè terapeutico da utilizzare come purificatore del sangue e tonico, anche per la febbre, sollievo dal dolore, artrite, problemi respiratori, ulcere della bocca, diarrea, diabete, gargarismi per la gola infiammata, per ridurre la pressione sanguigna, colesterolo e trigliceridi e per rafforzare il sistema nervoso. Provare il tè addolcito con miele e qualche goccia di succo di limone"

      Elimina
    5. La pianta della chia o "salvia ispanica" usata come erba culinaria:

      http://recetasparamishijos.blogspot.it/2011/04/la-planta-de-chia-o-salvia-hispanica.html

      Elimina
    6. Dimenticavo: ti consiglio di acquistare i semi di chia perché hanno molte proprietà. Se non li trovi o se non ne hai bisogno un sacchetto intero perché pensi di non mangiarli te li mando io.

      Elimina
    7. Grazie, sei fantastica! Ho cercato, tantissimo, ma non avevo trovato niente in tal senso. Avevo sì visto che si possono mangiare i germogli, ma niente riguardo le foglie.
      L'avrei coltivata comunque come ornamentale, ma così è ancora meglio, i dolori sono il mio problema da anni, chissà che queste foglie possano davvero darmi sollievo. Intanto non si vedono ancora le foglie vere, ma i cotiledoni crescono.
      Grazie!

      Elimina
  44. Qualcuno di voi coltiva gli "Snow pea usui," i piselli da foglia? Me li consigliate?

    RispondiElimina
  45. Oggi "Amici dell'Orto" si è vestito d'autunno, il tempo dei colori, del raccolto, e del ringraziamento che un'altra annata, pur con i suoi alti e bassi meteorologici, ci ha onorato di buoni raccolti e della gioia di coltivarli.
    Un grazie speciale a Roberta che silenziosa e assidua coltiva per noi tutti questo magnifico orto di condivisione.

    RispondiElimina
  46. Grazie per questo messaggio: approvo e condivio
    Claudia

    RispondiElimina
  47. Il mio grazie va a Roberta per prima, poi a tutti gli Amici, quelli che scrivono come Giovanni, Claudia, Daniela, Alon, Francesco e quelli che leggono...

    Angelo

    RispondiElimina
  48. il nostro grazie va a te angelo, erede spirituale del blog...

    RispondiElimina
  49. Buongiorno a tutti gli amici!
    Anche se non scrivo da un pò vi penso sempre!

    Ho scattato una foto ad alcuni amati fagioli raccolti questa estate nell'orto:

    https://98cnnq.dm2302.livefilestore.com/y2pJ568JCTb_ZDh_0h3oM-XWQtQKA-XtJ-se1E3fs-SIzgvKu2seFBA4YhAYb1cAtiYKN7SwZRjRseJPKLFHSUpcPIMZJtKFv4XSdn6hv-14Wc/20131029_125313.jpg?psid=1

    In origine ho seminato i vigna nero acchiopinto e vigna mung e non li ho
    innaffiati. Pensavo di averli messi separati, ma vedendo il fagiolo al centro
    della foto, che è maculato tipo borlotto e non avendo raccolto nessun fagiolo verde come l'originario soia mung, forse si sono ibridati tra loro o con quelli dei vicini.

    C'è anche un occhiopinto in basso più panzuto degli altri :)
    L'ibridazione nei fagioli si nota già dalla prima generazione e quindi i miei sono ibridi o può trattarsi di scottature sulla cuticola?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Carini i tuoi fagioli.
      Tutti i vegetali crescono e fruttificano in base al patrimonio genetico che si trova all'interno del seme che hai messo in terra.
      Al momento della fioritura è possibile che si ibridino, per alcuni è più facile, per altri è più difficile.
      Il seme nuovo porterà al suo interno le eventuali ibridazioni, che si renderanno evidenti l'anno seguente ma l'aspetto esterno sarà quello del seme seminato.
      Questo se il seme è puro.
      Ovviamente il tuo seme può essersi ibridato l'anno scorso e avere palesato le variazioni quest'anno.

      Nei vegetali sono possibili anche mutazioni spontanee.
      Nelle rose si chiamano sport. Una rosa rossa improvvisamente su un ramo produce rose bianche. Riproducendo quel ramo di rose bianche tramite talea si ottiene uno sport della varietà originale.
      Non parlo di rami che spuntano dal porta innesto.
      Variazioni possono capitare anche in altri tipi di vegetali.
      I miei pomodori grandi a grappolo hanno avuto origine da una comunissima pianta di pomodori tipo ciliegini. All'epoca non badavo più di tanto ai nomi dei pomodori.
      Tutti i palchi hanno prodotto pomodori normali, uno di questi portava invece dei pomodori a grappolo grandi.
      Ho preso i semi di questi pomodori grandi, li ho seminati e tenendo ogni volta i semi dei frutti più grossi ho ottenuto una pianta a grappolo dai frutti grandi.
      Spero di non averti fatta scappare con i miei discorsi contorti!

      Elimina
    2. Benritrovata Francesca,
      non credo che tu sia scappata per evitare la lettura del prezioso commento di Claudia, magari ci riesco io con questo "polpettone" e gli "spot"!

      http://it.wikipedia.org/wiki/Evoluzione

      Nella foto io vedo solo Vigna mungo nero, ossia il nostro "occhiopinto":

      http://it.wikipedia.org/wiki/Vigna_mungo

      Escludo ibridazioni, "panzuto" o smilzo è sempre occhiopinto, idem il fagiolo macchiato.

      Angelo

      Elimina
    3. Spero solo di non avere detto sciocchezze.
      Dopo il mio e il tuo contributo rimane un'unica certezza: fuga dei lettori assicurata. :-)
      Se non siete scappati fatevi vivi! ;-)

      Elimina
    4. Esitono fagioli dell'occhi rampicanti?
      ho cercato in rete e non ho trovato niente.

      grazie

      Giuseppe

      Elimina
    5. hihihi eccomi, non sono scappata! Grazie ad entrambi per le esaustive informazioni.

      Vi ricordate quei libri lunghi e scritti in Italiano settecentesco postati qualche tempo fa nel blog?

      "Delle specie diverse di frumento e di pane siccome della panizzazione memoria del dottor Saverio Manetti pubblicata sotto gli auspici d'Andrea Ginori"

      "Manuale dell'abitatore di campagna e della buon castalda"

      Se dopo aver messo quelli non è fuggito nessuno, è difficile che ciò possa accadere con altro ahahah
      Io li ha anche stampati e letti...

      Elimina
    6. Sì! Quello del pane l'ho passato a un'amica che nel pane ci mette di tutto.

      Elimina
    7. @ geppe, si ci son sempre stati, almeno qui da me, quelli nani sono arrivati in tempi relativamente recenti.
      Un tempo, prima dell'avvento delle coltivazioni industriali e dei diserbanti era in uso seminarli sulla fila esterna del campo di mais le cui piante facevano da tutori.

      Elimina
  50. Approfitto per tranquillizzare chi è in "ansia" per la mia prolungata assenza, sto attraversando un periodo critico per la cronica mancanza di tempo utile circa le molteplici attività che mi impegnano, sto cercando di recuperare in fretta!!!

    Sono molte le mail in attesa di risposta, il mio ritardo è attorno ai due mesi come pure la spedizione dei semi ma state tranquilli, risposte e semi ci saranno, come sempre, abbiate molta, molta pazienza!

    Grazie
    Angelo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro angelo anche io sono stato molto lontano dal blog e Facebook group e specialmene dal mio giardino che anche se trascurato molto nella fase finale ma alla fine ha cmq dato belle soddisfazioni. In più per informazione la piccola è nata 3 settimane fa quindi ora papà full time. Presto ti manderò alcuni semini che ho riprodotto dai semi dei seed saver inglesi. Come aiuto ai tuoi numerosi impegni evita di mandarmi qualcosa in quanto considerando spazio e tempo a disposizione mi limiterò il prossimo anno a qualche varietà e di riprendere la coltivazione quando il comune mi darà un orto ( terzo in lista di attesa quindi non più di un paio d'anni). Cmq un passo da qui ogni tanto lo faccio anche se non lascio traccia ahaha. A presto

      Elimina
    2. Ma dai! Congratulazioni! auguri alla piccolina!

      Elimina
  51. @Francisca
    Visto che gradisci le mie segnalazioni preparati alle prossime! Tipo: come fare il pane d'orzo, il carasau guttiau, ecc. ecc.

    @Claudia
    Ti ringrazio, sei sempre generosa e pronta ad aiutare ma sono cose che dovrò imparare a gestire da solo, penso di essere sulla strada giusta...

    @Enrico
    Ho pensato spesso a te ed alla tua famigliola, ero tentato di chiederti notizie ma non volevo disturbare. Che belle notizie ci dai! Ora devi impegnarti nel ruolo di papà, l'orto e la terra aspetteranno. Magari le verdurine per lo svezzamento ti richiameranno in servizio...

    Angelo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una ragazza ha postato questo video meraviglioso su facebook.
      Descrive la preparazione del pane sardo nei paesi di montagna degli anni '60!

      http://www.youtube.com/watch?v=abfVGptM0EE&sns=fb

      Elimina
    2. il video è semplicemente meraviglioso.
      grazie

      Elimina
    3. Sì, molto bello!
      Visto che si aiutavano, chissà perché non usavano dividersi il pane fatto ogni settimana anziché farlo ogni uno o due mesi con il rischio di farlo ammuffire .

      Elimina
    4. Ciau Claudia, anche nella mia civiltà walser il pane si faceva tutti insieme due volte all'anno. Era un pane diverso da quello che siamo abituati a consumare oggi, morbido e fresco. Era un pane "secco" che si conservava a lungo, in un locale apposito, asciutto, senza ammuffire.
      Ai miei antenati questo pane piaceva molto, ricordo che le mie vecchie prozie me lo offrivano con orgoglio quando andavo a trovarle.
      Oggi questo pane non ci piace più, non è fresco, quindi lo consideriamo "vecchio" ma è solo una questione di abitudine.
      Certo che il nostro pane fresco quando invecchia è meno buono, sino a diventare "cattivo", ma è fatto diverso, e non regge la conservazione neanche di qualche giorno, a meno che non lo congeli.
      Tra questi pani antichi, oltre al pane "carasau" del filmato penso alle "friselle" che ho apprezzato in quel di Puglia, anche loro una sorta di pane secco che si conserva a lungo, pronto all'uso quando necessario, anche lontani dalle comodità di una casa.
      Quindi penso che tutte queste varietà di pane a lunga conservazione non siano una barbaria, ma una forma efficiente di sopravvivenza in condizioni meno "agiate" di quelle che noi abbiamo la fortuna di sperimentare.

      Elimina
    5. Non dico. Solo mi pareva più logico spartire oltre al lavoro anche i risultati.
      I miei genitori il pane l'hanno visto solo da grandicelli, prima se lo potevano permettere solo i ricchi, per gli altri c'era solo la polenta.

      Elimina
  52. @Francesca
    Brava, anche lo scambio di informazioni fa parte del lavoro di "ricerca"! Avrei segnalato questo filmato in un futuro post in cui parleremo di pani, la biodiversità del pane in tanti luoghi diversi. Per evitare la dispersione di testimonianze metterò i link nei testi, però non posso non segnalarti a mia volta questo filmato, vedrai tanti oggetti di un tempo, come la culla in legno ed i canestri intrecciati fatti con le foglie dell'asfodelo:

    http://www.youtube.com/watch?v=A9h8w8ZE-Pk

    @Claudia, Giovanni
    Giovanni potresti erudirci sul tuo pane "walser", io lo farò coi tanti pani "cafoni", fatti con farina di orzo, veccia e fave, patate e mazzasorda... Una volta il grano era merce rara, riservata a pochi che potevano permettersela!

    "Il pane di ieri è buono domani" dice un vecchio detto citato da Enzo Bianchi.

    Claudia, anche nel Sud si mangiava polenta perché non c'era grano per tutti:

    http://www.youtube.com/watch?v=s2gsWHg9Tl8

    Angelo


    RispondiElimina
  53. Complimenti! A me vengono sempre mignon.
    Quando vedo che alcuni fiorellini iniziano a ingrandire e fiorire io raccolgo.
    Sentiamo gli altri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Claudia! Per il momento ai miei sono enormi foglie e tronchi, i boccioli sono ancora piccini e nascosti e non è detto che seguano le proporzioni del resto, anche se lo spero naturalmente!!

      Elimina
  54. Ho una passione per le zucche e i semi di zucca, cercavo delle zucche che producono semi senza buccia, tipo Lady Godiva o Styrian Hulles e cercavo anche semi di zucca blu d'ungheria.
    Qualcuno ne ha da scambiare?

    Grazie

    RispondiElimina
  55. Cari amici,

    Ho trovato il vostro blog per caso e sono settimane che leggo e rileggo i vostri consigli e commenti. In questo periodo mi avete fatto pensare a tante cose e anche in un certo modo fatto divertire, cercando di salvare le specie pure; in aggiunta, state diffondendo il piu bel ibrido del mondo: il carosello.
    Mi sono innamorata dei caroselli, di cui ignoravo l'esistenza, nonostante la nonna di mio mio marito fosse di origine leccese e mia cognata sia di origine barese.

    I miei genitori da sempre coltivano un orto con le classiche bustine F1 ibride; da qualche anno li sto aiutando anch'io (cominciano ad avere una certa età...) e mi sto appassionando alla coltivazione.

    Quest'anno vorrei fare un regalo particolare ai miei genitori, e spero possano essere i semi che voi avete seminato e raccolto con tanto amore, se me li invierete, e che continueremo a piantare, salvando i semi per poi regalarli a chi volesse iniziare questa passione come fate voi.

    Anche io però ho dei semi da condividere: quelli dello zafferanone (Carthamus tinctorius), che i miei genitori coltivano da 10 anni e che hanno ricevuto da un altro coltivatore hobbysta, il quale li coltiva da tantissimi anni.

    Noi utilizziamo questi fiori al posto dello zafferano; sono molto meno saporiti, per cui bisogna abbondare con il dosaggio, ma lasciano un colore bellissimo. A differenza di tutte le altre specie che coltivano i miei genitori, questi semi li portano a riproduzione, per piantarli negli anni successivi ed evetualmente regalarli a chi ne volesse, anche perché è quasi impossibile comprarli (io non li ho mai trovati in commercio).

    Metto questi semi a disposizione con il cuore.

    Ho letto le vostre liste dei semi: ci sono tantissime varietà, e non mi so decidere. Per non far confusione sto cercando di selezionare uno o due varieta per lo stesso ortaggio, dopodichè farò le mie richieste.

    Gia che ci sono vorrei chiedere a tutti voi un consiglio sulle varieta di pomodoro e di peperoncino piu indicate per essere piantate in vaso. Per il clima tenete conto che sono nel nord italia, zona di Milano

    Nel frattempo sono a disposizione se qualcuno volesse i semi dello zafferanone.

    Un saluto,
    Gloria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gloria,

      benvenuta! Grazie a nome di tutti gli Amici per i complimenti, sempre graditi.

      Tutti i peperoncini vengono benissimo coltivati in vaso, per i pomodori è meglio orientarsi su varietà a crescita limitata ma di buona produttività, sono parecchie varietà, ad esempio ciliegini, perini, tondini, i regina, ecc.

      Angelo


      Elimina
    2. Ciao Gloria,
      se ami i peperoncini posso inviarti alcuni semi di specie latino americane,
      sono i pochi semi che posso scambiare,fammi sapere.
      Io li coltivo sempre in vaso e lontani gli uni dagli altri altrimenti alla semina successiva nascono strani ibridi.
      Saluti Liliana

      Elimina
    3. Grazie Liliana, ed Auguri,

      Che semi di peperoncino hai?
      Io ne ho già ricevuti alcuni da Gianluca, e dato che ho poco spazio al momento non posso piantarne tante varietà, altrimenti rischio le ibridazioni, ma mi sto organizzando per ampliare gli spazi a disposizione e quindi aumentare le varietà coltivate.
      Un saluto, Gloria

      Elimina
  56. Angelo, con qualche mese di ritardo ti ringrazio per la spedizione dello scorso anno.Approfitto per notiziarti sui risultati: Rosa di Gorizia,spettacolare; cicoria rossa,ottima;fagiolini,pure.Della rosa di Gorizia ti manderò qualche foto.Quest'anno ho deciso di "rinselvatichire" una parte dell'orto, seguendo i consigli di Fukuoka &C, con erbe spontanee,per esempio:Amaranto coda di volpe, Atreplice rossa, Barba di becco (Tragopogon porrifolius), Cicoria Barba di cappuccino, Rucole selvatiche (tenuifolia, muralis, violacea, integrifolia o a foglia d'ulivo)Senape bianca, Senape nera, , Tarassaco, Maggiorana, Echinacea Purpurea. Fin dove mi puoi aiutare ? Un caro saluto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Salvo,
      sono contento che i semi abbiano dato soddisfazione, non preoccuparti del ritardo nella risposta, io sono messo anche peggio...

      Preparo la busta coi semi del tuo elenco, buon lavoro!

      Angelo

      Elimina
    2. Non avevo alcun dubbio sulla tua squisita disponibilità. Se possibile aggiungi qualche seme di melone "Minna te moneca" e di pomodoro "seccagno" a tua scelta,voglio provare! Ancora grazie e auguri.Avrei disponibilità di semi di zucca quarantina siciliana (ottima) e cucurbita longissima !

      Elimina
    3. Ti andrebbe di illustrarci le caratteristiche delle tue zucche speciali?

      Elimina
    4. Le zucche sono buone,speciali,non so!

      Elimina
  57. claudiavenezia 02 gennaio 2014
    ciao a voi amici vicini e lontani
    e' da un po' di giorni che vi leggo e ritengo giusto presentarmi, sono claudia e assieme a mio marito abbiamo scoperto il piacere di avere un orto, siamo solo all'inizio quindi ancora tanto da imparare, ma il tempo e spero voi siete dalla nostra parte, grazie di leggervi, dimenticavo siamo della provincia di venezia.
    ciao ancora e un felice 2014 a tutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuti tra noi, grazie per l'apprezzamento, tutti gli Amici sono dalla vostra parte!

      Angelo

      Elimina
  58. Ciao Amici dell'orto. Avrei bisogno di un consiglio.
    Ho realizzato un cassone freddo per le semine primaverili anticipate con copertura in policarbonato trasparente. Accade però che insetti (formiche?) divorino i semini posti nel terriccio. Avete qualche idea per risolvere questo problema che non sia il solito veleno chimico?
    Grazie, Auguri di Buon Anno,
    Arnaldo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io semino in vaschette, diverse varietà in ogni singola vaschetta (piuttosto fitto per risparmiare spazio, poi ripicchetto)
      Le vaschette le tengo in casa o in serra secondo necessità.
      Quelle tenute in serra sono appoggiate su assi sospese, per evitare gli insetti e le limacce.
      I semi di dimensioni maneggiabili o lenti a germogliare per risparmiare spazio uso metterli a pregerminare in un panno umido a sua volta inserito in un sacchetto di plastica qualsiasi, purchè si possa piegare in sotto l'imboccatura e quindi impedire di seccarsi.
      Poi ripicchetto nelle vaschette.
      Non semino mai in terra causa limacce che si pappano ogni particella di verde appena spunta.
      Da me un cassone non avrebbe senso. Quando le piantine sono grandicelle e il tempo lo consente trapianto in terra in serra.

      Elimina
    2. Ciao Arnaldo,
      temo che il tuo cassone freddo offra un riparo ideale ad insetti e formiche, vanificando i vantaggi coltivativi, motivo della sua costruzione! Claudia ben ti consiglia, le vaschette sono da preferire, se possibile muovi il terreno del cassone ogni tanto, per distruggere i formicai ed i "nidi" degli altri insetti.

      Non usare veleni chimici, può sembrare assurdo ma anche le formiche hanno un ruolo essenziale nell'equilibrio ecologico!

      Angelo

      Elimina
    3. Infatti in genere non è necessario sterminare le formiche. Certo si portano via i semi, ma con questi accorgimenti si può evitare.
      Una volta ho avuto questa necessità, perché un formicaio enorme aveva provocato delle "voragini" sotto terra, tali da fare seccare le radici delle piante, ma difficilmente l'infestazione è così pesante.

      Elimina
  59. Ciao Angelop
    Finalmente mi decido a scrivere su questo blog nonostante sia iscritto da anni.
    Ho deciso di riprendere la mia piccola coltivazione dell'orto e vorrei chiederti se ti è possibile mandarmi (a mie spese) qualche seme di basilico rosso.
    Ti ringrazio in anticipo e se mi contatti ti mando il mio indirizzo.
    A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vincenzo,
      ti mando con piacere i semi, il tuo indirizzo me lo hai inviato via mail, spedisco appena possibile.

      Approfitto per tranquillizzare tutti quelli che mi hanno chiesto semi, per primi quelli in attesa da Luglio 2013... Vi chiedo scusa ma non temete, troverò il tempo per rispondere e spedire a tutti!

      Angelo

      Elimina
    2. Angelo, mi accodo a te per tranquillizzare tutti quelli che devono ricevere i semi anche da parte mia. Sto facendo l'ultima spedizione fra qualche giorno.
      Se qualcuno non avesse ancora ricevuto i semi me lo comunichi. Ho spedito a tutti ma non ho avuto conferma da alcuni.

      Purtroppo queste cose richiedono tempo.
      Roberta

      Elimina
  60. caro angelo i semi partiranno domani... ce ne sono di varieta' da provare... in piu oggi aprendo il forum inglese ho trovato questa lettera da una tedesca... pensa che i semi messi in circolo con i seed saver inglesi sono arrivati ai seedsaver tedeschi e mi hanno mandato una email di ringraziamento di tutte quelle varita' messe a disposizione.... la lettere e' in inglese...
    Ciao enrico,

    as of yesterday, I am the proud and thankful owner of all of your wonderful Italian seeds that you donated to the virtual seed parcel! Thank you so much for this opportunity! You cannot believe how excited I am about them!!!

    Just to be on the safe side (because I'm not overly talented as a gardener) I will split the packets up and send some to the Private Seed Archive, owned by a chap called Gerhard Bohl, in the South of Germany. He has collected thousands of tomato varieties (and hundreds of beans and all sorts of other stuff) and people like me help him save them by growing some every year and sending seeds back to the archive.

    So that is where your seeds will be going - quite a journey for them ;-) They will appear in his catalogue maybe a year from now and possibly spread from there.

    I hope you'll like the thought that you helped spread them all over Europe! If there is anything your friends (who sent them to you) would like to try, I would be only too happy to send them seeds in return. I did send some to the VSP but even so - I am so happy about those seeds and I would love to make them happy as well Unfortunately my knowledge of Italian has gone very rusty and even though I can read it a bit, I no longer speak it well. Tante mille grazie is about all I can say nowadays


    Have a nice weekend

    RispondiElimina
  61. ecco la traduzione semplificata
    cia enrico.
    da ieri sono orgogliosa e grata possesore di tutti i tuoi favolosi semi italiani che hai donato ai seed saver ingelsi ( sarebbe il virtual seed parcel o VSP) grazie mille per l'opportunita! non puoi capire quanto ecitata sono a riguardo!!!

    tanto per essere sicura ( perche non sono un giardiniere di talento) ho diviso i semi e spediti all'archivio privato dei semi di un signore chiamato Gerhard Bohl, al sud della germania... lui ha collezionato miglialia di varieta di pomodoro ( e centinaia di fagioli e tanto altro) e alcune persone come me lo aiutano a salvarli e coltivarli ogni anno e rispedirli indietro all'archivio.
    quindi e' qui dove i tuoi semi andranno... un bel lungo viaggio:-) essi appariranno ne suo catalogo forse in un anno e da allore la possibilita di diffonderli.

    spero che ti piaccia l'idea di aver aiutato la diffusione in tutta europa... se c'e' qualcosa i tuoi amici ( che ti hanno mandato i semi) vogliono provare, io sarei solo cosi contentissima di spedirli come favore di ritorno.anche se ho mandato qualche seme al VSP inglese, io sono cosi contenta di questi semi e mi piacerebbe di farli contenti... sfortunatamente la mia conoscenza di italiano si e' arrugginita e anche se riesco a leggerla un po, no riesco a parlarlo..
    tante mille grazie e' cio che ora so in italiano
    nellie...


    ora ho risposto segnalando il blog e dicendo che se si mette in contatto ne siamo solo lieti di sentire una sua risposta e se l'italaino e' un problema di scrivere in inglese visto che c'e sempre qualcuno che possa tradurre per tutti....
    ci sentiamo a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Enrico,
      grazie per tutti i semi che mi stai mandando, anche se questo aumenta il mio lavoro... Ma per gli Amicidellorto questo ed altro!

      Ricordi che, tempo fa, parlavamo di Amicidellorto International? Beh, il progetto è riuscito alla grande, ci leggono da ogni parte del mondo, Sudafrica, Nigeria, Nuova Zelanda, Argentina, ecc.

      Grazie anche per la traduzione, Nellie ci aveva scritto alla mail del blog ma io non ho risposto subito, sai che il mio inglese fa pena e la nostra preziosa Roberta assente per impegni, temevo che Nellie si fosse offesa... Sono contento che non è stato così!

      Angelo

      Elimina
    2. La busta è in viaggio. Speriamo arriva sana e salva. Cmq amici dell'orto è diventato un progetto molto più ampio di ciò che è stato creato. Paolo sicuramente ne è fiero del suo risultato.

      Elimina
  62. Sì, Paolo ne sarebbe fiero.
    Non dimentichiamo che senza la dedizione di Angelo difficilmente avremmo raggiunto questi risultati.
    La tua disponibilità, l'esperienza nel trovare, coltivare e riprodurre i semi e i tuoi ampi terreni che impediscono l'ibridazione accidentale sono fondamentali per questo progetto.

    In caso di impedimento da parte di persone più preparate di me, come Enrico e l'impareggiabile Roberta, posso tradurre dall'inglese all'italiano. Non dall'italiano all'inglese, purtroppo.

    RispondiElimina
  63. "Ciao Peppe, è sopratutto merito di Angelo se il
    blog funziona bene, ha una conoscenza di vecchie varietà meridionali e
    sopratutto semi che a volte stupisce anche me, che lo conosco da anni. E' un
    contadino biologico per vocazione, appassionato di tutto quello che riguarda la
    terra, a partire dai classici greci e latini.

    Ho innestato anch'io spesso per
    approsimazione, melanzana su pomodoro selvatico, è una buona tecnica, ma per il
    S.torvum già grande come ho io penso di innestare a corona come un alberello.


    Da me sinora non ha fatto freddo, ha iniziato ieri con temperature poco sopra
    lo zero, ma nell'entroterra nevica e qui piove neve sciolta, data la vicinanza
    del mare. I Solanum per ora stanno bene, solo un po' strappati dal vento.

    Fai
    pure con calma, non ho fretta, intanto vediamo cosa farà i prossimi giorni, ci
    sono previsioni meteo catastrofiche ma spero errate.
    Paolo "

    Ho estratto quello che avete letto dalla mail di Paolo inviatami il 30 gennaio 2012, il Peppe citato si era offerto per un post sul solanum torvum.

    Nella mail del blog ci sono tutte le richieste di collaborazione che sono pervenute fin dai primi tempi, molte da parte di riviste e siti prestigiosi, noi abbiamo sempre declinato l'invito, spegando che il blog era nato "quasi per gioco" e non avevamo altro fine che quello di fare ciò che ci piaceva.

    Ringrazio tutti voi per la stima che riponete in me, io faccio quello che ho sempre fatto ma il successo degli Amici dell'orto è frutto del lavoro di tutti noi! Ho il cruccio di aver trascurato il blog nel 2013, impegni impensabili prima mi hanno assorbito molto, convegni e corsi con me nelle vesti di "maestro"... Chi l'avrebbe mai detto! Sono finito anche sui libri, Daniel Tarozzi nel suo "Io faccio così".

    La notorietà non cercata mi ha però tolto tempo disponibile, infatti ho trascurato il blog, gli amici, la risposta alle mail... Ora ho un centinaio di richieste di semi da soddisfare, devo sbrigarmi, il tempo stringe! Ma ciò che mi addolora di più è il non poter più scambiare piacevoli, lunghe mail con gli Amici!

    Ma per il 2014 mi sono imposto il ritorno alla "normalità", ho già iniziato il cammino.

    Scusate la lunghezza.

    Angelo

    RispondiElimina
  64. Non ti devi scusare, è giusto che tutta la tua conoscenza sia disponibile sempre a più persone, se non abitassi così lontano sarei in prima fila ai tuoi corsi.
    Grazie a questo blog ho appresso moltissimo e soprattutto sto cercando di assimilare la filosofia del condividere.
    grazie ancora.

    RispondiElimina
  65. Ciao a tutti,
    mi chiamo Francesca e abito in provincia di Lecce. Complimenti per questo blog, molto interessante e "vissuto"! Sto cercando informazioni sul Melone di Morciano, volevo sapere se qualcuno è a conoscenza di qualche contadino-custode in queste zone o in Puglia, in generale. Mi piacerebbe sapere qualcosa di più sulle caratteristiche di questa cultivar. Grazie mille! Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca,
      benvenuta! Grazie per i complimenti al nostro blog, ovvio che vanno a tutti gli Amici!

      Ho appena risposto alla tua mail che mi hai inviato, ripeto qui le informazioni, potrebbero interessare anche ad altri. Nel link che segue è l'appello di qualche tempo fa circa l'allarme-biodiversità:

      http://www.100news.it/site/wp-content/uploads/2014/01/1.-Ortaggi-tipici-pugliesi-si-stanno-estinguendo.pdf

      Unica foto (a parte le mie) visibile scaricando il documento "Orticole" :

      http://www.sit.puglia.it/portal/portale_biodiversita/Bando%202013

      E grazie all'amico Nino Perrone del Centro Studi Torre di Nebbia per il prezioso volume:

      http://issuu.com/ninoperrone/docs/bio_web/1?e=2188495/2712851

      Angelo

      Elimina
  66. Vi seguo da tanto ed esprimo tanta stima per voi. Sono Francesco, vivo sul litorale Abruzzese, e da circa un anno posseggo un terreno con un uliveto tra cui parecchi secolari, ho piantato alberi di frutti antichi, stò realizzando, dopo i due dell'anno scorso, altri quattro bancali per l'orto sinergico, però adesso dopo anni che vi seguo ho bisogno del vostro aiuto nel chiedervi la possibilità di usufruire delle vostre preziose sementi.Io attualmente non ho nulla da poter scambiare, spero in futuro di avere una mia banca semi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuto Francesco.
      Ho dovuto fare un po' di pulizia dei commenti, per dare la possibilità anche agli altri di vedere il tuo. Dopo il 200esimo commento blogger ha difficoltà a leggerli.

      Secondo i tuoi desideri puoi contattare direttamente le persone che mettono a disposizione i loro semi, alla loro mail personale.
      Basta andare alla pagina LISTA DEI SEMI che trovi in alto.
      Scegli i semi da chiedere e ti sarà dato.

      Roberta

      Elimina
  67. Ho creato un'altra PAGINA APERTA
    Chiudo con questo ultimo commento la possibilità di inserirne di nuovi, altrimenti si crea sempre lo spiacevole inconveniente di non poter più essere in grado di leggere i commenti dopo aver superato il numero di 200.

    RispondiElimina